Mediaset torna sul satellite con i canali Premium e con un nuovo decoder

All’inizio ci fu la decisione di abbandonare il satellite perché Sky non riconosceva alcun introito a Mediaset. Ma una volta presa la decisione, definita una “cazzata” pure da un fedelissimo come Antonio Ricci, le reti del Biscione hanno pagato lo scotto in termini di ascolti e ora arriva il dietrofront, almeno parziale, con il ritorno dei canali a pagamento Premium che si portano la non indifferente dote della Champions League, sfilata ai concorrenti di casa Murdoch.

E da gennaio arriva il nuovo dispositivo

Altra novità è l’arrivo a gennaio dei nuovi decoder Mediaset, commissionati a Samsung, che consentiranno anche ai telespettatori del satellite di seguire le partite. Insomma, è una guerra che prosegue tra alti e bassi e che punta a massimizzare i ricavi per i clienti del colosso tv di Segrate.

Prosegue la guerra dei numeri sugli abbonati

Ricavi che, dicono gli esperti, fino al 2017 non sfoceranno in utili per l’azienda. Ma la situazione intanto sembra essere confortata da altri numeri: a settembre 2015, infatti, Premium ha avuto 112 mila abbonati in più a fronte di una flessione per Sky di 37 mila su un totale di 4,5 milioni di clienti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto