Lampedusa e Ibby Italia, una biblioteca per ragazzi sull’isola di Fuocoammare

Da cinque anni, Lampedusa accoglie – oltre ai tanti migranti di cui racconta il film “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, appena candidato dall’Italia agli Oscar – una notevole quantità di volontari che portano voce, colori e libri.

Tutto è nato da un progetto ambizioso e illuminato, ideato da Debora Soria (nella foto sotto), libraia di grande spessore,  e diventato un percorso di Ibby Italia, sezione italiana di una vasta rete internazionale di persone che promuovono l’incontro tra libri e ragazzi.

a-debora
L’obiettivo che si persegue è l’attivazione di una Biblioteca permanente sull’isola, per bambini e ragazzi. Per tutti i bambini e i ragazzi, quindi anche per i giovani migranti.
Il progetto è stato più volte selezionato per un importante premio internazionale, l’Astrid Lindgren Memorial Award ed è stato al centro di molti incontri e dibattiti.

 

Una raccolta di “silent book” da 5 continenti

Il cuore delle attività di promozione e diffusione di questa bella idea, che unisce cultura, solidarietà e politica di accoglienza, è stata la mostra “Libri senza parole. Destinazione Lampedusa” , una raccolta di “silent book” provenienti dai cinque continenti e che dovrebbe costituire il nucleo vivace della futura biblioteca.

In attesa che l’obiettivo si realizzi, si sono susseguiti gli Ibby Camp, animati da volontari che, in base alla loro competenza e disponibilità, si impegnano in attività di laboratorio, di lettura ad alta voce, di reading.
Anche questa volta, per il quinto anno, si svolgerà l’Ibby Camp dal 14 al 20 novembre.

 

Benvenuti tutti quelli che amano i libri

“Qualsiasi persona ami i libri, e abbia voglia di raccontarli e condividerli, è benvenuta. Ci saranno la sera momenti di scambio e formazione reciproca”, dice Debora Soria. E aggiunge: “Viaggio e alloggio sono a carico di chi partecipa. Ibby Italia agisce su base volontaria: tutti coloro che partecipano al campo lo fanno perché hanno a cuore il futuro dei bambini e dei ragazzi, in Italia e nel mondo”.

 

Volontariato puro, ma funziona: ecco come partecipare

Insomma, volontariato puro che, in questi anni, non ha impedito a decine di giovani (e meno giovani) di raggiungere Lampedusa per dare il proprio contributo.

Chi volesse partecipare, offrendo attività legate alla lettura, corsi di formazione per gli insegnanti o, più semplicemente, collaborare alla preparazione degli eventi, può leggere i dettagli delle regole di partecipazione a questo indirizzo web.

Qui sotto un video di Ibby Lampedusa.

https://www.youtube.com/watch?v=bZSqPuuqrt4

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto