Divorzio breve: boom di addii, 50.000 in più nell’estate 2015

Estate tempo di… separazioni. Non solo, come si pensa, di vacanze. E i dati lo confermano: quest’anno la stagione calda (anzi supercalda, visto il clima che continua anche nei prossimi giorni) ha coinciso con un boom di addii, complice anche la nuova legge ul “divorzio breve”.

Lo confermano i dati forniti all’Adnkronos dall’Associazione matrimonialisti italiani (Ami), nei mesi di giugno e luglio di quest’anno si sono registrate 50.000 cause in più rispetto allo stesso periodo del 2014.

 

“Effetti del divorzio breve”

“Era prevedibile – dice all’Agenzia Adn Kronos il segretario della Lega italiana per il divorzio breve Diego Sabatinelli – che dopo l’approvazione del ‘divorzio breve’ ci sarebbe stato un aumento di richieste da parte di tutte le persone che avevano già avviato le pratiche ed erano in attesa”. Quindi “la tendenza non è legata a un aumento generale della volontà degli italiani di divorziare”.

 

aaaabrevedue

Identikit: 41 anni lei, 44 lui
L’identikit del divorziando – secondo lo studio legale Scicchitano di Roma – è chiara: lei ha 41 anni (in media) lui ne ha 44. In genere sono stati sposati per pochi anni ma vogliono “riprovarci”. Dall’analisi degli avvocati emerge anche che sono le donne ad iniziare la procedura di separazione nel 60% dei casi, ma è poi l’uomo a richiedere il divorzio, sempre nella stessa percentuale.

In aumento i divorzi degli “under 60”

Da registrare anche un “cambio di costume”: grazie a questa nuova legge sono aumentati i divorzi over 60 “il 20% delle richieste di divorzio breve presentate finora è arrivato da coppie over 60, ma da settembre si prevede un aumento delle domande di separazione in tutte le fasce d’età”: concludono i matrimonialisti dello studio Scicchitano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto