Stefano Coletta direttore di Rai3, Mussi Bollini vicedirettrice a Rai Ragazzi

Ora è ufficiale: Stefano Coletta (nella foto in apertura) è il nuovo direttore di Rai3. Prende il posto di Daria Bignardi che ha lasciato l’azienda. Il cda Rai ha espresso il proprio parere favorevole alla nomina, presentata dal direttore generale Mario Orfeo, di Coletta come nuovo responsabile della terza rete.
Coletta ha iniziato la sua carriera in Rai nel 1991 come redattore e conduttore di programmi radiofonici (Radiodue 3131) e televisivi (su Rai1 e Rai3).

Da Mi manda Rai3 a Chi l’ha visto?

Tra il 1997 e il 2007 è stato autore e successivamente capo progetto di programmi di prima e seconda serata (“Mi Manda Rai3”, “Tatami”, “Amore Criminale”) e di day time (“Cominciamo Bene”, “Racconti di vita”). Nel 2008 è stato nominato responsabile del Nucleo Produttivo di Programmi di servizio sociale, contribuendo all’innovazione di diversi programmi tv sotto la sua supervisione quali, tra gli altri, “Chi l’ha visto”. Da febbraio 2013 era vicedirettore di Rai3 con delega al Palinsesto e Marketing.

Mussi Bollini vice a Rai Ragazzi

Nella stessa riunione Mussi Bollini (nella foto qui sopra), spprezzata e sperimentata dirigente dei programmi per i più giovani, è stata nominata vicedirettrice a Rai Ragazzi, diretta da Luca Milano.

 

Daria Bignardi ha lasciato il 25 luglio

Daria Bignardi lascia la direzione di Rai3. È la stessa Rai a comunicare in una nota “la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro in corso con Daria Bignardi, nominata nel febbraio 2016, la quale ritiene ormai concluso il proprio percorso lavorativo nella società”. Al suo posto Stefano Coletta, attuale vicedirettore, figura storica a Rai3 con grande esperienza di palinsesti, un tecnico che ha affiancato gli ultimi tre direttori della rete e che ha lavorato come autore di Chi l’ha visto (nella foto sotto Coletta con la conduttrice, Federica Sciarelli e Bignardi).

La dichiarazione della Rai

I vertici Rai la ringraziano “per il lavoro svolto, la professionalità dimostrata e le capacità organizzative e artistiche sempre poste pienamente al servizio della società, componenti che hanno permesso a Rai3 di realizzare sotto la sua direzione una programmazione di qualità, la sperimentazione di nuovi format e di raggiungere livelli di audience che la posizionano quale terza rete generalista italiana”.

“Esperienza unica e preziosa”

Daria Bignardi, da parte sua, dice che è stata “un’esperienza che considera unica e preziosa, sia da un punto di vista dell’arricchimento professionale che da quello umano”. La Rai fa sapere, inoltre, che “non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto