Stallo a Lampedusa: la Sea Wathc davanti al porto ma non può sbarcare i migranti

Stallo a Lampedusa. La nave Sea Watch 3, con a bordo 42 migranti, è arrivata a poca distanza dal porto dell’isola in attesa delle decisioni delle autorità. In un primo momento si era parlato di uno attracco alle 20 di ieri sera. Ma non si è verificato. I 42 migranti sono ancora a bordo.

Come apprende l’agenzia Adnkronos, al momento, non ci sarebbe l’autorizzazione allo sbarco da parte dell’autorità di pubblica sicurezza. La situazione potrebbe evolversi, ma per ora è ferma.

 

 

 

La sfida della nave

Sfida della Sea Watch fa rotta verso Lampedusa. La comandante della nave della ong ha annunciato l’intenzione di fare rotta verso Lampedusa viste le condizioni dei migranti a bordo.

La motovedetta della Finanza partita da Lampedusa ha intimato l’alt alla Sea Watch a circa 12 miglia dalla costa. L’imbarcazione dell’Ong non si è fermata e sta continuando a navigare.

 

Schierati i carabinieri

La Sea Watch è davanti al porto di Lampedusa. Sul molo sono schierati i carabinieri.

“Il governo olandese – dice il vicepremier Matteo Salvini – non può far finta di nulla: una nave battente bandiera dei Paesi Bassi ha ignorato i divieti e gli altolà e sta facendo rotta a Lampedusa. È una provocazione e un atto ostile: avevo già scritto al mio omologo olandese, e ora sono soddisfatto che l’Ambasciatore d’Italia all’Aja stia facendo un passo formale presso il governo dei Paesi Bassi. L’Italia merita rispetto: ci aspettiamo che l’Olanda si faccia carico degli immigrati a bordo”.

La comandante:; “42 naufraghi allo stremo”

“Ho deciso di entrare in porto a Lampedusa. So cosa rischio ma i 42 naufraghi a bordo sono allo stremo. Li porto in salvo”, dice la comandante della Sea Watch, Carola Rackete. In 14 giorni, lamenta la ong, “nessuna soluzione politica e giuridica è stata possibile, l’Europa ci ha abbandonati. La nostra Comandante non ha scelta”.

La replica di Salvini: “Non è autorizzata…”

“Sappia che l’autorizzazione allo sbarco non c’è, schiero la forza pubblica, il diritto alla difesa dei nostri confini è sacra, replica Matteo Salvini annunciando che non consentirà alla Sea Watch di approdare a Lampedusa. “Se in Europa esiste qualcuno ora li dimostri, se c’è governo ad Amsterdam con un po’ di dignità lo dimostri”, ha aggiunto il ministro.

Motovedette della Guardia di finanza hanno lasciato il porto di Lampedusa per dirigersi verso la Sea Watch, che sta navigando in direzione dell’isola con 42 migranti a bordo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto