Gp Monaco: vince Ricciardo, 2° Vettel, 3° Hamilton, 4° Raikkonen, ma tanta noia

Daniel Ricciardo su Red Bull vince il Gran premio di Monaco, noioso dall’inizio alla fine. Al secondo posto la Ferrari di Sebastian Vettel, al terzo la Mercedes di Lewis Hamilton, al quarto l’altra Ferrari di Kimi Raikkone, al quinto la Mercedes di Bottas.

Vettel guadagna nel mondiale piloti qualche punto su Hamilton, riducendo il distracco e anche la Ferrari guadagna sulla Mercedes, ma la safety car virtuale, scattata a pochi giri dalla fine, è un’inutile stravaganza.

Ricciardo è riuscito a vincere nonostante un problema alla sua power unit al 30° giro. Non è riuscita più di tanto la rimonta della Red Bull di Verstappen, partito all’ultimo posto.

Un guasto dopo 30 giri alla Red Bull di Ricciardo

Sorpresa a Monaco. Al trentesimo dei 78 giri del Gran premio la Red Bull di Ricciardo, che è in testa dal primo giro, comincia ad avere problemi alla sua Power unit.

Sebastian Vettel con la Ferrari gli si incolla. È una grande sfide per le strade strette del Principato.

Terzo è Hamilton, quarto Raikkonen, quinta la Mercedes di Bottas.

 

La Pole position di Ricciardo

La Red Bull di Daniel Ricciardo ha conquistato la Pole position del Gran Premio di Monaco. Seconda la Ferrari di Sebastian Vettel, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton e all’altra Rossa di Kimi Raikkonen.

La pioggia, fino a ieri esclusa tassativamente dalle previsioni meteo, alle 14 ha iniziato a cadere su Monaco. Non si sa quanto durerà e come risponderanno i diversi team.

Quinta posizione sulla griglia di partenza del Gp di Monaco per la Mercedes di Bottas che ha preceduto la Force India di Ocon e la McLaren di Alonso.

Ottava la Renault di Sainz davanti alla Force India di Perez ed alla Toro Rosso di Gasly.

La gara in diretta dalle 15,10

Oggi la gara monegasca in diretta su SkyF1 (canale 201 del telecomando Sky) con partenza alle 15,10.

L’altra Red Bull, quella di Max Verstappen, partirà invece dall’ultimo posto per problemi avuti col riassetto della vettuira dopo l’uscita di strada dell’irruento “giovane” di casa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto