Venezia, ztl per l’accesso alla laguna: “Contro chi aggira la tassa di sbarco”

Dopo la tassa di sbarco, il consiglio comunale di Venezia ha confermato anche la creazione di una ztl a pagamento per le auto private in ingresso lungo il Ponte della Libertà. Misura che dovrebbe disincentivare chi volesse aggirare il contributo di sbarco previsto per tutti gli altri vettori (navi, treni, lancioni), arrivando con l’auto al terminal di Piazzale Roma.

Il voto in consiglio

Se nei giorni scorsi era entrata in vigore la ztl più grande d’Italia a Milano, ecco che il consiglio veneziano ha approvato con 21 voti favorevoli (6 i consiglieri non votanti) la delibera per istituire una “zona a traffico limitato per veicoli a motore in accesso a Venezia Centro storico”. Il documento spiega che ci sarà una tariffazione per gli accessi alla città antica “che avvengono con mezzi motorizzati privati, al fine di preservare il patrimonio storico e ambientale della laguna”.

A breve le tariffe

La delibera dà mandato alla giunta di approvare le tariffe, e gli atti per realizzare un sistema telematico di pagamento delle e di controllo elettronico degli accessi alla ztl.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto