Un chilo di piume, un chilo di piombo (dagli 8 anni)

Quando comincia la seconda Guerra Mondiale, Fiamma ha otto anni. Ne compie 13 con la Liberazione, nel 1945. Cinque anni fondamentali e irripetibili, non solo perché il conflitto è aspro e inesorabile ma anche perché quelli sono anni di formazione altrettanto aspri e inesorabili.
Fiamma vive a Trieste, città di frontiera tra culture e poteri differenti. Anche lei sta passando una frontiera, quella tra infanzia e adolescenza e racconta questi due passaggi con una forza narrativa che segnala freschezza, gioventù, pensiero profondo e allegria.

 

aaaaziliottointerna

Dai diari di Donatella Ziliotto

Già, l’allegria del vivere, nonostante tutto e grazie a tutto, esplode dalle pagine di “Un chilo di piume, un chilo di piombo” (Lapis Edizioni, 123 pagine, euro 12,50), scritto da Donatella Ziliotto e ispirato ai diari originali della stessa autrice.
Questo breve romanzo, scoppiettante, severo e ironico al tempo stesso, torna finalmente in libreria dopo parecchi anni di oblio. Ed è una fortuna per noi che possiamo tornare a leggerlo, opera di una delle voci più brillanti della letteratura per ragazzi italiana, oltre che editor di talento, a cui dobbiamo la scoperta e la pubblicazione delle opere di Astrid Lindgren, Roald Dahl e numerosi grandi autori scandinavi e anglosassoni.

La bella prefazione della Pitzorno

La bella prefazione di Bianca Pitzorno spiega e impreziosisce questa riproposta di uno dei libri più brillanti di autori italiani del Novecento e illustrata da Grazia Nidasio, pilastro della cultura italiana per l’infanzia. Dagli 8 anni.

A questo link si può leggere il primo capitolo del libro:

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto