Il giorno della memoria: tanti film e speciali in tv (video)

Il 27 gennaio 1945 l’esercito sovietico entrava nel campo di concentramento di Auschwitz (nel video sotto). Fu allora che l’orrore dello sterminio nazista non poté più essere negato e che le atrocità perpetrate dal Terzo Reich furono conosciute in tutto il mondo. Dal 2000, con la legge 211 del 20 luglio di quell’anno, il 27 gennaio è diventato in Italia il “Giorno della memoria”, quello in cui si ricordano le vittime della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico e di tutte le minoranze, le leggi razziali, le persecuzioni che anche in Italia, a partire dal 1938, quando furono applicate le leggi razziali alle persone di religione israelita.

Il coordinamento della presidenza del consiglio

Per tutto questo il 27 gennaio di ogni anno in tutta Italia sono migliaia le cerimonie, le iniziative, gli eventi e gli incontri. Parlano i testimoni, quei pochi sopravvissuti nei 71 anni che separano dalla liberazione di Auschwitz, e gli storici, gli studiosi e gli studenti che in molti viaggi partono dall’Italia per arrivare in Polonia per visitare i luoghi dello sterminio e della barbarie. Per connettere questi momenti, dal 2009 esiste il comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah, voluto dalla presidenza del consiglio del ministri. Suo è anche il compito di adottare di proposte condivise e individuare tematiche per sensibilizzare e rafforzare la memoria della Shoah, soprattutto tra i più giovani.

La programmazione per domenica

Alle 14 andrà in onda La7 Ricorda: Andrea Purgatori introduce e presenta un pomeriggio all’insegna di testimonianze, documenti, memoria, con il teatro di Marco Paolini, le testimonianze di Enrico Mentana e Giovanni Floris, le interviste di Liliana Segre e delle sorelle Bucci, sopravvissute e testimoni dirette dei campi di concentramento nazisti. Nel corso del pomeriggio anche i film “La Tregua” di Francesco Rosi, tratto dall’omonimo romanzo di Primo Levi, e “L’Ond”a di Dennis Gansel, ispirato a una storia vera e all’inquietante esperimento della nascita di una dittatura.

Gli speciali di Rai Storia

Rai Storia, alle 15, prevede “Inferno Mittelbau Dora”, documentario sul campo di prigionia e di lavoro tedesco più duro mentre alle 18 “Son morto che ero bambino”, che ripercorre il viaggio di Francesco Guccini ad Auschwitz. Inoltre alle 21 è programmato “Ida”, film di Pawel Pawlikowski che compie un viaggio nel tempo nella Polonia dell’occupazione nazista e delle persecuzioni degli ebrei.

Gli appuntamenti in prima serata

In prima serata si concentrano poi altri appuntamenti. Alle 21.15, su Rai 5, “Libero è il mio canto”, concerto con le musiche composte da donne deportate nei lager tedeschi, nei gulag russi, nei campi giapponesi e africani durante la seconda guerra mondiale. Rai3, invece, manca uno speciale della trasmissione “Le Ragazze”, dedicata alle storie di donne e della Shoah. Su Rai 1 Speciale Tg1 “La Razzia”, un film di Ruggero Gabbai sul rastrellamento del Ghetto di Roma del 16 ottobre ’43: degli oltre 1250 ebrei arrestati e deportati nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau solo 16 superstiti torneranno.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto