Oggi è il Giorno della memoria: le iniziative per ricordare la Shoah (video)

Il 27 gennaio 1945 l’esercito sovietico entrava nel campo di concentramento di Auschwitz (nel video sotto). Fu allora che l’orrore dello sterminio nazista non poté più essere negato e che le atrocità perpetrate dal Terzo Reich furono conosciute in tutto il mondo. Dal 2000, con la legge 211 del 20 luglio di quell’anno, il 27 gennaio è diventato in Italia il “Giorno della memoria”, quello in cui si ricordano le vittime della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico e di tutte le minoranze, le leggi razziali, le persecuzioni che anche in Italia, a partire dal 1938, quando furono applicate le leggi razziali alle persone di religione israelita.

Tante le storie dentro i campi

È un pezzo di storia da non dimenticare, quello delle deportazioni che furono estese a dissidenti politici, partigiani, oppositori, omosessuali e militari che dopo l’8 settembre 1943 non aderirono alla Repubblica sociale italiana. Per tutti loro furono anni di concentramento, prigionia, lavori forzati ben oltre il confine della schiavitù, torture ed esperimenti medici aberranti. All’interno dei campi c’era chi moriva fisicamente, ed erano in tantissimi, e chi moriva moralmente, piegandosi alla violenza per esercitarla sui compagni di prigionia. Ma c’era anche chi si oppose comunque e organizzò forme di resistenza all’interno degli stessi lager.

Il coordinamento della presidenza del consiglio

Per tutto questo il 27 gennaio di ogni anno in tutta Italia sono migliaia le cerimonie, le iniziative, gli eventi e gli incontri. Parlano i testimoni, quei pochi sopravvissuti nei 71 anni che separano dalla liberazione di Auschwitz, e gli storici, gli studiosi e gli studenti che in molti viaggi partono dall’Italia per arrivare in Polonia per visitare i luoghi dello sterminio e della barbarie. Per connettere questi momenti, dal 2009 esiste il comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah, voluto dalla presidenza del consiglio del ministri. Suo è anche il compito di adottare di proposte condivise e individuare tematiche per sensibilizzare e rafforzare la memoria della Shoah, soprattutto tra i più giovani.

Il ricordo sulle reti Rai e Mediaset

Anche il piccolo schermo ricorda il Giorno della memoria. Se Rai uno, dalle 10.55, trasmette in diretta dal Quirinale le celebrazioni presiedute dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono in programma documentari come “Gino Bartali: il campione e l’eroe” ricordando come il ciclista si diede da fare per salvare molti ebrei. Rai Movie dedica alla giornata 3 film, “Monsieur Batignole”, “Arrivederci ragazzi” e “Vento di primavera”. Su Mediaset sono in programma “Il bambino nella valigia”, “Senza via di scampo – La vera storia di Anna Frank” e lo speciale “Memoria dai campi”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto