Il Fisco perde con Bianca Balti in Cassazione

L’Agenzia delle Entrate per una volta non ce la fa. Bianca Balti, la bellissima top model di Lodi protagonista di tante campagne pubblicitarie alle quali ha fatto da testimonial con il suo fisico mozzafiato e i suoi occhi blu, ha vinto in Cassazione la causa che il Fisco le aveva intentato sostenendo che l’indossatrice era tenuta a pagare l’Irap per i contratti di lavoro che le procurava una agenzia di modelle di Milano.

 

aaaaabaltidentro

Bocciate le richieste del Fisco

I giudici hanno bocciato la richiesta dell’Agenzia delle Entrate relativa al 2007 e hanno liberato la supermodella dal pensiero di avere tasse arretrate.

Per la Cassazione, come già stabilito dalla Commissione tributaria regionale di Milano nel settembre 2013, l’attività svolta dall’agenzia di modelle alla quale si era rivolta Bianca Balti “è del tutto autonoma” rispetto al lavoro svolto dalla “contribuente” in nome della quale l’agenzia opera con un mandato senza rappresentanza “a fronte di corrispettivi” che riceve dalla stessa top model per la promozione della sua immagine nel settore della moda e della pubblicità.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto