La Campari vende per 62 milioni le aziende produttrici di vermentino e vernaccia

A pochi giorni dalla scomparsa della “grande signora dei Campari”, Rosa Anna Magno Garavoglia, arriva la notizia che l’aziend aha deciso di vendere i vini fermi italiani. Si tratta del famoso vermentino sardo di Sella&Mosca e della Vernaccia di Teruzzi&Puthod che – assieme alle altre produzioni delle due aziende vinicole, cambiano proprietario.

a-sella

Ceduto il 100% a Terra Moretti

Campari ha annunciato di avere ceduto il 100% delle due società a Terra Moretti Distribuzione, che ha tra i soci la bresciana Terra Moretti, la Simest del gruppo Cassa depositi e prestiti (è la società che sostiene l’internazionalizzazione delle imprese) e che accoglierà nelle sue fila i capitali della N.U.O. di Hong Kong.

 

Venduti per 62 milioni

Il gruppo quotato a Piazza Affari ha annunciato che il prezzo dei vini messi in vendita è di 62 milioni “in assenza di cassa o debito finanziario”: sarà pagato per 57 milioni in contanti alla chiusura dell’operazione, attesa entro fine anno, e per la restante parte con un pagamento differito a 4 anni garantito da pegno sulle quote di Teruzzi & Puthod e fruttifero di interessi.

Nella nota di Campari si dettaglia che a passare di mano sono “il marchio Sella & Mosca, il marchio Teruzzi & Puthod, nonché i relativi vigneti, gli impianti per la vinificazione e la produzione, il magazzino e l’attivo immobiliare”. Si parla di realtà in attivo ma che evidentemente non sono più ritenute “strategiche”. Comunque nel 2015 avevano registrato vendite nette di 21,4 milioni e un margine superiore a 3 milioni.

 

 

Le notizie del 23 novembre

È morta a 82 anni, Rosa Anna Magno Garavoglia, la signora del Campari. A lei faceva capo il controllo del gruppo di bevande, che passa ora al figlio Luca.
La notizia l’ha diffusa proprio il gruppo Campari esprimendo “profondo cordoglio” per la scomparsa dell’azionista ed ex presidente della società.

La signora Garavoglia era una delle persone più ricche d’Italia. Infatti il gruppo ha un valore di Borsa di oltre 5 miliardi di euro e ricavi nel 2015 di oltre 1,5 miliardi.

a-camparisignora

Per 12 anni presidente della Fondazione Campari

Rosa Anna Magno Garavoglia (nella foto qui sopra) dopo la morte del marito Domenico ha ricoperto per due anni, fino al 1994, la carica di presidente del gruppo, ed è stata consigliere della Fondazione Campari dal 1992 al 2014.

Un gruppo che vale oltre 5 miliardi

La signora del Campari, gruppo con un valore di Borsa di oltre 5 miliardi di euro e ricavi nel 2015 di oltre 1,5 miliardi, era una delle persone più ricche d’Italia. Pezzo forte del suo patrimonio, la quota di maggioranza nell’azienda con base a Sesto San Giovanni, controllata coi diritti di usufrutto in Alicros, controllante diretta di Campari.
Per effetto del decesso, il figlio Luca Garavoglia – presidente del gruppo già a partire dal 1994 e attualmente in carica – consegue la posizione di soggetto controllante di Alicros.

La Campari è famosa anche per le sue pubblicità. Ecco uno delle più originali, di un vecchio Carosello che ha per protagonista un giovanissimo Paolo Poli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto