Lipari, giallo sulla morte dell’animalista bellunese: era nuda, è un omicidio?

È un giallo la morte a Lipari, in provincia di Messina, dell’animalista bellunese Barbara Berto. Il suo corpo, senza vestiti, non ancora ritrovati, è stato scoperto sugli scogli di Porticello da un uomo che stava facendo una passeggiata con il cane. Visibili sul cadavere lacerazioni che, al momento, potrebbero essere compatibili con i segni lasciati dalle rocce contro cui la donna, 74 anni, è stata sbattuta durante una mareggiata.

Aveva nemici

Altri segni, invece, non farebbero escludere un’aggressione e per il momento i magistrati della procura di Barcellona Pozzo di Gotto, che indaga sul caso insieme ai carabinieri, non esclude nessuna pista, suicidio o omicidio compresi. Quest’ultima ipotesi è tenuta in considerazione anche dell’impegno con cui la donna, trasferitasi ad Acquacalda di Lipari da tempo, aveva portato avanti le sue battaglia creandosi nemici in loco.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto