Da uomo a donna: è Andreja Pejic, la modella trans che stregò David Bowie (video)

Dal 2014, dopo l’intervento chirurgico di riassegnazione sessuale, è una donna, ma a lungo è stata una delle modelle trans più celebri al mondo sfilando, fino al 2011, sia abiti femminili che maschili. Lei si chiama Andreja Pejic, è nata 23 anni fa a Tuzla, in Bosnia ed Erzegovina, ed è la prima modella transgender a diventare testimonial di un brand di cosmetici, Make up for ever, con uno slogan che è tutto un programma (soprattutto di vita): “Sii audace, sii sorprendente, sii te stessa” (be bold, be unexpected, be you. Nella foto sotto gli scatti che accompagnano la pubblicità).

Vittima di campagne omofobe e transfobiche

Il mondo della moda l’ha considerata a lungo sia donna che uomo. E lo dimostra il fatto che, sempre nel 2011, si è classificata al diciottesimo posto tra i 50 migliori modelli (maschi) di models.com. Contemporaneamente è stata inserita tra le 100 donne più sexy secondo la rivista Fhm. Ma qui la situazione si è messa male perché il magazine è stato oggetto di una violenta ondata di transfobia con tanto di insulti (rimossi).

aaamodellatrans2

Ha interpretato David Bowie in un video musicale

Vissuta nell’infanzia in un campo profughi in Serbia, dopo lo scoppio della guerra nei Balcani, e riparata con la famiglia in Australia in seguito ai bombardamenti della Nato del 1999, venne notata mentre faceva tutt’altro nella vita, dato che lavorava in un McDonald’s. Femminile e androgina al tempo stesso, quando ha debuttato nella moda, per lei la scalata è stata continua. E la sua carriera ha sfondato le barriere delle passerelle dato che David Bowie l’ha voluta in un suo video (sotto), The Stars (Are Out Tonight), perché Andreja interpretasse proprio lui negli anni giovanili. Riuscendo peraltro in pieno nell’intento di impersonare la leggenda del rock quando lui stesso ammiccava giocando sull’ambiguità di genere.

“Da bambina indossavo la gonna di mia madre”

Dopo l’operazione che ha reso Andreja Pejic una donna anche dal punto di vista anatomico, lei stessa si è raccontata in un’intervista a People. “Voglio condividere la mia storia con il mondo perché penso di avere una responsabilità sociale”, ha detto alla celebre rivista americana. “Mi auguro che, adottando un atteggiamento di apertura su un argomento come le differenze di genere, si contribuisca a renderlo sempre meno un problema. Ho sempre sognato di essere una ragazza. In uno dei miei primi ricordi, giravo con la gonna di mia madre cercando di sembrare una ballerina”. E la sua vita da donna continua a descriverla per immagini su Instagram.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto