“La piccola Charlotte filmmaker”: il bianco e nero come festa di creatività

Le pagine di questo albo – nato dalla collaborazione con Il Museo d’arte Moderna (MoMa) di New York – presenta una bambina appassionata di cinema e attiva realizzatrice di cortometraggi. Insolita protagonista di “La piccola Charlotte filmmaker” (Fatatrac, 40 pagine, euro 19,90) è una piccola dall’aria vivace che non abbandona mai la sua videocamera.

aaacharlotte02

La linea che incuriosisce questo libro

La storia che si narra è semplicissima, ma quello che fa la differenza e incuriosisce è il fatto che Charlotte ama incondizionatamente il bianco e nero. Va, dunque, controcorrente, in un mondo – artistico e non – che propone sempre un tripudio di colori.

aaacharlotte03

Esplorazione semplice e attraente

È indubbio che la frase chiave dell’albo sia “Mi piace come il bianco e nero sanno fare ordine” ed è ciò che importa all’autore, Frank Viva, artista molto affermato anche come illustratore delle copertine del New Yorker. Le meraviglie del black and white emergono con leggerezza e raffinatezza, in questo bel libro in cui, grazie a Charlotte, si entra nell’arte della grafica e del cinema attraverso una esplorazione semplice e attraente.

aaacharlotte04

Dai 4 anni

Il successo e la ricerca di Charlotte sono una bella festa per la creatività. Dai 4 anni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto