“Cercasi nano o disabile che susciti tenerezza”: cacciata capo casting della Archibugi

Licenziata in tronco la signora Luana Velliscig (nella foto in basso), la capo casting di Francesca Archibugi (nell’immagine in apertura) per un improvvido – è il meno che si possa dire – annuncia sulla bacheca di Faceboo, in cui si cercava un attore nano o un disabile tra i 15 e i 18 anni “capace di suscitare tenerezza”. L’annuncio è poi stato cancellato.

aaaaaa-luana

Francesca Archibugi è impegnata nella direzione di una fiction della Rai, “Romanzo famigliare” affidata alla produzione Wildside, che è intervenuta ieri per precisare che il “linguaggio gravemente inopportuno e offensivo utilizzato non è stato in alcun modo approvato” dalla società “da cui la signora Velliscig ha ricevuto l’incarico di ricerca cast.

Wildside chiede scusa a tutte le persone che si sono sentite offese dall’annuncio e comunica che “il contratto che legava temporaneamente alla produzione la signora Velliscig è stato sciolto”. La società di produzione Wildside, inoltre, “riafferma la totale estraneità della sua cultura aziendale a comportamenti o valori discriminatori di qualsiasi natura.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto