Il governo impugna la chiusura delle scuole nelle Marche, che dicono No

Il governo ha deciso di impugnare l’ordinanza della Regione Marche che dispone la chiusura delle scuole fino al 4 marzo in conseguenza dell’emergenza Coronavirus. “Con la sua decisione unilaterale di firmare un’ordinanza per la chiusura di tutte le scuole e Università della Regione Marche”, hanno detto il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia, dell’Istruzione Lucia Azzolina e dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi in una nota congiunta, “il Governatore Luca Ceriscioli si sfila dall’accordo che era stato raggiunto solo poche ore prima nel corso dell’incontro tra governo e Regioni”.

Ma la Regione Marche ha detto che impugnerà la decisione del governo, opponendosi,

Dopo il primo caso positivo

Per il governo, dunque, Ceriscioli “viene meno all’impegno preso con tutti gli altri Governatori che invece si stanno attenendo alle disposizioni concordate”. La decisione seguiva la scoperta del primo campione positivo a Pesaro, inviato nelle prime ore di oggi al Centro diagnostico di riferimento nazionale dell’Istituto superiore di sanità. “Solo al seguito di questo secondo controllo si potrà effettivamente confermare il caso di Nuovo Coronavirus”, aveva fatto sapere la Regione Marche, che aveva aggiunto: “Il paziente è stato isolato a domicilio e in buone condizioni di salute”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto