“Leggimi forte”, oggi a Pomigliano due premiati per la Sezione bambini e ragazzi

Pomigliano d’Arco nota come polo industriale e luogo di accese lotte sindacali, ha anche altri motivi per essere citata.

Da una decina d’anni, grazie all’appassionata attività dell’Associazione “Leggimi forte”, i libri per ragazzi hanno diritto di cittadinanza nelle scuole.

Motore dell’associazione senza scopo di lucro è Pasquale Avallone, un sorridente signore che con indomabile energia, gira tutti i festival, tutte le fiere, tutti gli incontri dedicati al libro per “catturare” scrittori, illustratori, editori che accettino di andare nelle scuole della sua città a incontrare i ragazzi.

Nel tempo con molti di loro ha stretto legami di amicizia e nessuno, quando può, rifiuta di caricarsi ore di treno per raggiungere Pomigliano che di bellezze turistiche, diciamolo, è scarsa assai.

La bellezza, però, sta nelle facce dei ragazzi che ascoltano, intervengono chiedono, ognuno con il proprio libro in mano. Domande pertinenti … e a volte impertinenti, come solo sa fare chi un libro lo ha letto davvero e vuole capire meglio.

In questi dieci anni sono stati coinvolti nel progetto migliaia di ragazzi e se Pomigliano è diventata una piccola enclave di giovani lettori è merito di questa iniziativa.

A scegliere tra i finalisti 250 ragazzi

Da sei anni è stato istituito anche il premio “Leggimi forte” in collaborazione con  Andersen, la rivista italiana dei libri per ragazzi che ha sede a Genova.   

A scegliere fra i cinque libri finalisti sono 250 ragazzi delle diverse scuole di Pomigliano.

Quest’anno i due romanzi che verranno premiati  il 25 ottobre saranno:

per la sezione bambini: “La Stella Rossa di Ivan” (edizioni. Libri Volanti) di Janna Carioli e Otto Gabos.

Per la sezione ragazzi: “10 lezioni sulla poesia, l’amore e la vita” (edizioni. Lapis) di Bernard Friot.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto