Pensioni Inps e aumento dell’età delle donne: nel 2018 assegni crollati del 23%

Calo significativo per le nuove pensioni Inps erogate nei primi nove mesi del 2018: tra gennaio e settembre – si legge nel Monitoraggio sui flussi di pensionamento dell’Inps – soprattutto a causa dell’aumento dell’età per la pensione di vecchiaia delle donne e per gli assegni sociali scattati nel 2018.

Giù anche gli assegni sociali

L’aumento dell’età si attesta da da 65 anni e 7 mesi a 66 anni e 7 mesi, per cui 12 mesi in più. In forza di ciò le nuove pensioni sono state 349.621 a fronte delle 454.534 liquidate nei primi nove mesi del 2017. Si è registrato un crollo soprattutto nei nuovi assegni sociali passati da 57.758 a 13.168 (-77%).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto