L’ora solare sarà in vigore fino al 29 marzo 2015

Siamo tornati nella notte tra sabato e domenica 26 ottobre all’ora solare. E c’è chi ne parla benisismo, dicendo che bisogna assecondare i cicli della natura perché le manipolazioni sono fin troppe. Comuque sarà in vigore fino al 29 marzo del prossimo anno, quando tornerà l’ora legale.

Polemiche sull’avanti e indietro

In realtà lo spostamento delle lancette in avanti è stato istituito con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici legati all’illuminazione artificiale. Nei sette mesi da aprile a ottobre, spostando in avanti le lancette di un’ora, si ritarda l’utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento e le giornate sono più “lunghe”.
Per il 2014 la società Terna aveva stimato un risparmio di consumi di energia elettrica pari a 556,7 milioni di kilowattora, per 92,6 milioni di euro. Dal 2004 al 2013 l’Italia ha risparmiato circa 6,6 miliardi di kilowattora, circa 950 milioni di euro di minor costo.

Ma non tutti sono convinti che questo è l’unico elemento da tenere in considerazione, perché molti denunciano una sorta di prolungato jet lag ogni volta che si cambia e non soltanto per pochi giorni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto