Versace venduta agli americani di Michael Kors: operazione da 2 miliardi

Accordo fatto tra Michael Kors e Versace. Il gruppo americano di abbigliamento ha raggiunto un’intesa con la società fondata da Gianni Versace per rilevarne il controllo. Dopo la firma dei documenti, l’ufficializzazione è questione di ore. Nel frattempo Versace “non può confermare nulla”. Dopo aver recentemente acquistato il marchio di scarpe di lusso Jimmy Choo per 1,2 miliardi di dollari, Michael Kors punta con decisione a diventare un polo internazionale del lusso.

Alla famiglia quota di minoranza

Il gruppo americano vuole farlo attirando nella sua orbita uno dei marchi italiani che più hanno rappresentato la moda italiana nel mondo, anche dopo la morte tragica del suo fondatore, ucciso a colpi di pistola a Miami nel 1997. Stando all’accordo, la famiglia Versace, che attraverso la holding Givi ha l’80% della società, manterrà un ruolo di minoranza in azienda. Esce invece il fondo Blackstone che dal 2014 ha il 20% del capitale. Il valore della operazione sarebbe valutato in una cifra prossima ai 2 miliardi di dollari.

Versace verso mani americane: pronti 2 miliardi di dollari, le notizie del 23 settembre 2018

Potrebbe essere arrivato il momento del passaggio di mano di Versace. Secondo il Corriere della Sera, in campo per l’acquisto della casa di moda, dopo le voci circolate la scorsa settimana, ci sarebbe un nome americano come Michael Kors o Tiffany, pronto a valorizzare il marchio della Medusa con 2 miliardi di dollari.

Forse domani l’annuncio ufficiale

Che si arrivi alla firma non è certo, ma viene indicata nei prossimi giorni, forse già domani, martedì 25 settembre, il momento del possibile annuncio da parte di Donatella Versace (nella foto sopra). La maison sembra sulla strada per un rilancio dopo anni di difficoltà: il bilancio consolidato del 2017 ha registrato utili netti di 15 milioni rispetto alla perdita di 7,4 milioni del 2016.

L’attuale compagine azionaria

Secondo alcuni addetti ai lavori la famiglia Versace, tra cui Santo, punterebbe a una valutazione di Versace ben superiore al miliardo di euro. Attualmente la maison vede come maggiore azionista la holding Givi (con i fratelli Santo e Donatella Versace e Allegra, figlia di Donatella) con l’80% delle azioni, mentre la quota restante, il 20 per cento appunto, è del fondo Blackstone, che punta ad uscire dall’investimento nel medio periodo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto