Aerei: rinviato lo sciopero, ma i disagi restano: il numero verde

Il Coronavirus fa rinviare anche l’annunciato sciopero dei voli, previsto per oggi.

Un comunicato di Alitalia segnala, comunque, che “Il differimento delle agitazioni programmate per martedì 25 febbraio, adottato a meno di 24 ore dal previsto inizio degli scioperi, non consente ad Alitalia di ripristinare la programmazione dei voli originale, per l’avvenuta riprotezione dei passeggeri su servizi alternativi.

Di seguito la lista dei voli del 24, 25 e 26 febbraio impattati:

 

Qui è possibile consultare la lista dei voli cancellati il 25 febbraio.

 

Qui è possibile consultare la lista dei voli cancellati il 24 e il 26 febbraio.

 

I passeggeri coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito www.alitalia.com e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’.

Il numero verde per chi ha acquistato il biglietto

Alitalia invita tutti i passeggeri che hanno acquistato un biglietto per volare nella serata del 24, il 25 febbraio e nella prima mattina del 26 febbraio a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, sul sito alitalia.com, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio presso la quale hanno acquistato il biglietto.

I passeggeri in possesso di biglietto per i voli cancellati possono ricevere informazioni e assistenza, contattando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) e il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure rivolgersi all’agenzia di viaggio presso la quale hanno acquistato il biglietto.

 

 

 

La protesta annunciata

Disagi in vista per oggi, martedì 25 febbraio, per lo sciopero nazionale di 24 ore di tutto il personale delle società e compagnie del trasporto aereo. Alla base della protesta – proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo – c’è la “grave crisi che imperversa nel settore e il proliferare di situazioni di pesante disagio industriale” come Air Italy e Alitalia. A questo si aggiunge il nodo dell’annullamento del finanziamento del Fondo di solidarietà del trasporto aereo che contribuisce ad integrare i redditi dei lavoratori posti in ammortizzatore sociale.

Le fasce di garanzia

Alitalia è stata costretta a cancellare oltre 350 voli: 313 nella sola giornata di martedì, una ventina nella serata del 24 febbraio, e un’altra ventina nella prima mattinata di mercoledì 26. Regolari invece i voli di oggi  nelle fasce garantite dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21. La compagnia ha attivato un piano straordinario di “riprotezione” dei passeggeri con aerei più capienti che, secondo le stime, permetterà di far viaggiare nella stessa giornata del 25 circa la metà di chi ha un biglietto per quella data.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto