La clorofilla nel sangue e l’utilità delle foglie di cavolo, indivia, mela verde e lattuga

La clorofilla è quel pigmento verde delle foglie contenuta nelle piante, che esercita una forte azione antiossidante, anti-infiammatoria, antisettica, e soprattutto rafforza il sistema immunitario, combatte le infezioni, rimuove tossine, ferma la crescita e lo sviluppo di batteri che producono scarti tossici, distrugge quindi i batteri patogeni, mantenendo un equilibrio fisiologico.

È proprio questo che ci aiuta a mantenere il nostro microbiota in equilibrio.

Ricordiamo che con il termine microbiota, definiamo la popolazione dei microorganismi, che popolano il nostro sistema intestinale, costituito da numerose specie batteriche.

Le specie batteriche che si insediano nell’intestino per la maggior parte sono buone, ma devono contrastare l’invasione di specie patogene, per mantenere un equilibrio fisiologico.

Allora un rimedio efficace per rafforzare il nostro sistema immunitario è integrare la nostra giornata con estratti di foglie ricavati da frutta e verdura a foglia verde come: cavolo, indivia, mela verde, bieta, cime di barbabietola e lattuga verde.

In questo periodo di emergenza non mangiamo tanto, mangiamo il “Giusto”.

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto