Sorpresa a Pompei, ritrovati i resti di 2 donne e 3 bambini: scena drammatica

Gli scavi di Pompei riservano ancora sorprese. Sono stati ritrovati i resti di 5 persone, sembra due donne e tre bambini che si erano rifugiati in una stanza da letto nel disperato tentativo di salvarsi dalla pioggia di lapilli che aveva invaso l’abitazione.

È la nuova scoperta arrivata dagli scavi in corso a Pompei. “Un ritrovamento scioccante, ma anche molto importante per la storia degli studi”, commenta con l’Agenzia Ansa il direttore Massimo Osanna.
Il ritrovamento, spiega, è avvenuto nella stessa casa nella quale è stata ritrovata l’iscrizione che sembra cambiare la data dell’eruzione.

Testimonianza di una scena drammatica

La scena è fortemente drammatica, risalente alle ultimissime ore della cittadina, quando il cielo doveva essere buio, le strade e le case invase dai lapilli, la paura accresciuta dalle continue scosse di terremoto.

Un mobile contro la porta,una morte orribile

Le due donne avevano anche messo un mobile contro la porta. Ma ogni loro tentativo è stato vano, il gruppo ha avuto una morte terribile, schiacciato dal crollo o bruciato dalla nube piroplastica arrivata subito dopo”.

Per l’ennesima volta da quando sono ripresi gli scavi nella Regio V di Pompei, archeologi e tecnici si sono ritrovati di fronte ad una scena che documenta le ultimissime terribili ore vissute dalla cittadina campana. Il cielo reso buio dalla cenere, la terra scossa dal terremoto e i lapilli caduti da cielo che stringevano in una morsa di calore e soffocamento chi non era riuscito a fuggire per tempo.

“È proprio quello che crediamo sia accaduto a questo gruppo di fuggiaschi, che come tanti altri alla fine hanno trovato una morte orribile”, conclude il suo racconto il direttore Osanna.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto