Nessun vaccino: pallanuotista friulano escluso dall’attività agonistica

Un giovane pallanuotista di una società di Cividale del Friuli (Udine) non è stato ammesso all’attività agonistica perché non era stato sottoposto ad alcuna vaccinazione, antitetanica compresa. La decisione, scrive il Messaggero Veneto, è del medico di medicina sportiva in base a una legge nazionale.

Trenta giorni per il ricorso

Ora lo sportivo e la sua famiglia hanno 30 giorni di tempo per ricorrere alla commissione regionale della direzione centrale salute e protezione sociale di Trieste. L’assenza della copertura vaccinale è stata scoperta quando il giovane aveva fatto richiesta del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto