“Con gli occhi di Mario”: oggi a Napoli incontro per Riccio (mostra fino all’8 novembre)

Mario Riccio è stato prima uno “scugnizzo” capitato in un quotidiano, poi uno storico fotografo e giornalista della redazione napoletana dell’Unità.

Il rapporto del segretario Enrico Berlinguer con la città partenopea, il terremoto che il 23 novembre 1980 devastò l’Irpinia, le lotte politiche che tra gli anni Settanta e Ottanta hanno segnato il tessuto campano: sono questi alcuni dei temi usati per ricordarlo, a due anni dalla scomparsa, avvenuta quando Riccio aveva 69 anni. E per farlo, doppio è l’appuntamento a Napoli: il primo con una mostra fotografica e il secondo con un dibattito. La mostra si chiuderà l’8 novembre prossimo.

L’esposizione visitabile fino all’8 novembre

La mostra è stata inaugurata venerdì 20 ottobre nell’Antisala dei Baroni al Maschio Angioino. Organizzata dal bimestrale “Infiniti Mondi”, diretto da Massimiliano Amato e Gianfranco Nappi, l’esposizione, visitabile fino all’8 novembre, si intitola “Con gli occhi di Mario: 100 scatti di Mario Riccio per l’Unità” e ha il patrocinio del Consiglio regionale della Campania, del Comune di Napoli, della Fondazione Gerardo Chiaromonte e dell’Archivio Audiovisivo del Movimento operaio e democratico.

Il dibattito “Siamo passati da quelle stanze…”

Sempre alle 17 di martedì 24 ottobre, invece, ancora nell’Antisala dei Baroni, è la volta del dibattito “Siamo passati da quelle stanze…”. Partecipano i già direttori della redazione napoletana dell’Unità, Rocco Di Blasi, Marco De Marco, Antonio Polito e Luigi Vicinanza. Coordinati da Massimiliano Amato, dialogano con Nora Puntillo, ma anche con Giuseppe Giulietti (presidente della Federazione nazionale della stampa), Valentina Riccio, Maddalena Tulanti, Franco Di Mare, Federico Geremicca, Vito Faenza, Mario Bologna, Giuseppe Mariconda, Franco Feliciotti, Rosaria Paolillo e Claudio Massari.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto