Virginia Raggi: nessun avviso di garanzia

Dopo lo scontro con la Lombardi, quello con Paola Taverna. È agitato il mondo romano dei 5Stelle. Tra smentite e controsmente traspare, comunque, un clima di scontro interno, decisamente strano a un mese dalla conquista del Campidoglio.

C’è chi dice di aver sentito pronunciare dalla senatrice grillina romana, Paola Taverna, alla buvette di Palazzo Madama, la frase: “La Raggi prima cade e meglio è”.

a-paola

La notizia pubblicata dall’Unità

La frase, secondo l’ Unità , Paola Taverna (nella foto qui sopra) l’avrebbe detta durante un colloquio alla buvette di Palazzo Madama, che viene descritto come scherzoso e animato, con alcuni senatori leghisti, tra i quali il capogruppo della Lega Nord Gian Marco Centinaio.

La smentita della Taverna è furente, con aggiunta di minacce: “Querelo tutti, non vi azzardate a scrivere questa cosa, che è falsa”. La senatrice ha telefonato anche al capogruppo leghista, nvitandolo a smentire. Centiniao ha negato di avere a che vedere con al diffusione della “notizia”, che a questo punto non si sa se vera o falsa.

a-boldriniraggi

L’intervento di Beppe Grillo

E lla fine, per placare gli animi agitati dei 5Stelle romani, interviene personalmente Beppe Grillo, che già aveva mostrato il suo gradimento per la sindaca facendole una visita a sorpresa in Campidoglio.

Grillo rilancia sul primo mese di governo del M5S nella Capitale. Lo fa via Twitter postando “i primi 30 giorni di Virginia Raggi in Campidoglio”. Il rimando è ad un post pubblicato dalla sindaca e presente anche sul blog di Grillo, in cui Virginia Raggi rivendica le prime azioni intraprese in città: “dall’insediamento a Palazzo Senatorio fino ai blitz al tmd di Rocca Cencia, passando per la pulizia straordinari avviata in città e i richiami ai vertici delle partecipate”. E la… lotta continua, proprio mentre il suo vicesindaco Frongia fa sapere che la sindaca non ha ricevuto nessun avviso di garanzia.

a-raggio

Lo scontro con Roberta Lombardi e l’uscita dal direttorio

Non cova più sotto la cenere lo scontro nel Movimento5Stelle di Roma. Dopo la discussione su Daniele Frongia, fermato come capo di gabinetto della neosindaca, in cui la Raggi aveva dovuto cedere le armi, la contesta è andata avanti, a quanto pare molto forte sotterraneamente, tanto che Roberta Lombardi, fin qui “zarina” importante nei giochi di potere a Roma, ha abbandonato lo staff del Movimento nella Capitale.

Sorpresa la Raggi, almeno pubblicamnete: “Me lo state dicendo voi, non ne so nulla”, ha detto ai giornalisti. Ma le cose non stanno così, perché lo scontro tra le due primedonne dei 5Stele di Roma è precipitato proprio dopo un seccon no detto dalla Raggi a Daniela Morgante, la capo-gabinetto proposta dalla Lombardi.

 

Il rifiuto all’incontro con Casaleggio

Si conclude, quindi, con una clamorosa rottura pubblica, il braccio di ferro tra la sindaca Virginia Raggi e il mini direttorio dei 5Stelle di Roma che doveva controllarla. La Raggi oggi ha ribadito una certa indipendenza, rifiutandosi a un incontro con Casaleggio junior, perché “deve occuparsi della Capitale”:  in teoria chiamato a supportarla. Era stato proprio Grillo, a quanto pare, nell’incontro di ieri a dare il via libero alla sindaca per il siluramneto del direttorio, di cui faceva parte anche Massimo Castaldo, con la sindaca e Roberts, Lombardi, Paola Taverna e Gianluca Perilli nella foto di apertura.

a-deputatalombardi

La Lombardi manipola la verità dei fatti

Come accade spesso, le liti (reali) tra i 5Stelle sono subito oggetto di manipolazione da parte di alcuni di loro. Ecco quindi che, dopo che tutti i media hanno titolato sulla sua rottura con Virginia Raggi, arriva un comunicato dell’onorevole Roberta Lombardi (nella foto qui sopra) che cerca di “imbeccare” quanti sono disposti a crederle con una sua personale interpretazione dei fatti.

Ecco la sua versione – come la propone l’Agenzia Ansa – “”Mi spiace deludere coloro i quali in questo momento stanno parlando di liti, gelo o siluramenti rispetto al lavoro che tutti stiamo facendo su Roma. Non è così” dice in un comunicato apparso su Fb dove parla di “polemiche che interessano solo ai giornalisti”.
“In questi giorni il lavoro per Italia 5 Stelle entra sempre più nel vivo. Stiamo preparando tutto affinché la terza edizione in programma a Palermo il 24 e 25 settembre vada al meglio”: afferma  la deputata romana, che vuole spiegare così la sua decisione di abbandonare l’organismo di supervisione sul lavoro del sindaco di Roma.

 

Lombardi: “Un supporto difefrente”

“Purtroppo per questo il mio supporto nello staff romano sarà differente: continuerò a dare una mano a Virginia ma dall’esterno sui temi che ho sempre seguito” aggiunge la parlamentare, che sottolinea: “credo che insieme abbiamo fatto tante cose molto importanti, per questo oggi Roma è a 5 stelle”. E, “in futuro riusciremo a farne altre altrettanto importanti”.  Con qualche pannicello caldo in meno, si spera.

Ieri l’improvvisata di Grillo in Campidoglio

Queste sì che sono soddisfazioni! Virginia Eaggi, che aveva passato la matitnata in un impianto dlel’Ama, ha ricevuto una visita – non si sa quanto attesa – del suo leader in Campidoglio.

Beppe Grillo è arrivato, infatti, ieri in Campidoglio accompagnato da Ilaria Loquenzi e Rocco Casalino, responsabili di comunicazione del M5S a Camera e Senato.

Il leader dei 5Stelle si è diretto nell’ufficio del sindaco Raggi, che partecipava a un incontro dell’Anci nella Sala della Protomoteca. Grillo è stato visto sulla soglia del balcone dello studio del sindaco.

Ecco il video dell’inseguimento di fotografi e giornalisti a Grillo.

a-grillo

Grillo: “I 5Stelle hanno già fatto un miracolo”

“M5s ha già fatto il miracolo, ora bisogna dare il massimo”: così Beppe Grillo si è rivolto alla sindaca Virginia Raggi durante l’incontro in Campidoglio invitandola a “risollevare Roma”. Poi il suo commento sull’incontro: “Fantastica, fantastica. Tutto bellissimo”.

 

Le critiche del leader ai giornalisti
“Non rispondo alle vostre domande perché non vi capisco. Parlate un altro linguaggio”. Lo afferma Beppe Grillo lasciando l’hotel Forum prima di incontrare il sindaco di Roma Virginia Raggi. Anche in occasione del suo soggiorno a Roma dopo la vittoria di Virginia Raggi Grillo aveva dribblato le domande dei cronisti che lo attendevano fuori l’albero con le stesse parole: “Avete una struttura di linguaggio che non capisce il Movimento. Quando comincerete a cambiarla cominceremo a parlare” aveva detto anche in quell’occasione.

Finché i media lo inseguono va tutto bene per il Grande Timoniere dei 5 Stelle.

Ieri mattina il blitz di Virginia all’Ama

Stamattina nuovo blitz della sindaca di Roma Virginia Raggi in una dlele “zone calde” della Capitale. La sindaca, senz apreavviso, si è recata all’impianto Ama di Rocca Cencia, che si occupa del trattamento e raccolta rifiuti della zona Est di Roma. La sindaca è stata accompagnata dall’assessora all’Ambiente Paola Muraro.

Gli impianti funzioano al minimo

Secondo la Muraro, l’impianto multimateriale di Rocca Cencia: fa tre-quattro tonnellate invece delle 200 previste.

a-coraggio

“Questo impianto – ha sottolineato la Muraro – è stato inaugurato ufficialmente ma è stata un’inaugurazione beffa per tutta la città, queste cose vanno denunciate”. Alcune linee sarebbero risultate fuori uso e questo avrebbe impedito il conferimento dei rifiuti rallentando la raccolta in città. La sindaca, che è apparsa in diretta sulla sua pagina Facebook, è accompagnata durante la visita degli impianti anche da tecnici e responsabili.

 

Ecco il video della visita postato da Virginia Raggi su Facebook.
width=”400″ height=”400″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0″ allowTransparency=”true” allowFullScreen=”true”>

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto