Wimbledon: completini per le tenniste troppo osé, la Nike li ridisegna

Non è un gioco porno e il bianco obbligatorio a Wimbledon accentua pericolose trasparenze. Così, dopo numerose proteste delle tenniste, la Nike è dovuta correre ai ripari e ridisegnare i completini – in bianco come da dress code – che aveva distribuito alle giocatrici per il torneo femminile di Wimbledon. Troppo osé, a giudizio delle giocatrici, pronti a regalare situazioni imbarazzanti per chi è impagnata in un match.

aa-leggins

I leggins di protesta della Hradecka

Proprio le tenniste si sono lamentate: si intravedeva davvero troppo. Fra queste alcune delle top player, comprese Eugenie Bouchard e Laura Robson. Il problema è apparso nella sua complessità durante le qualificazioni in corso. La ceca Lucie Hradecka (nella foto qui sopra) ha indossato un paio di leggings per ovviare al disagio… A quel punto è partita una mail dalla Nike per avvisare del cambio d’abito.

Nella foto grande: il completino incriminato indossato da Katie Boulter.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto