Omicidio di Ciro Esposito: Daniele De Santis condannato a 26 anni

Daniele De Santis, l’ultrà romanista accusato della morte di Ciro Esposito (nella foto sotto) avvenuta nel 2014 a Roma, è stato condannato dalla terza Corte d’assise a 26 anni per la morte del giovane tifoso del Napoli ferito gravemente il 3 maggio di due anni fa, poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morì dopo un’agonia durata 53 giorni.

aaaesposito

Provvisionale da 140.000 euro

I giudici hanno condannato anche ad 8 mesi di reclusione Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, che erano accusati di rissa (sotto un momento dell’aggressione). Per quanto riguarda invece la posizione di Daniele De Santis, hanno disposto una provvisionale in favore dei familiari di Esposito di 140.000 euro.

aaaciroesposito2

La madre di Ciro Esposito: “L’ho perdonato”

“Devi marcire per quello che hai fatto”. Così ha urlato il pubblico dopo la lettura della sentenza. La madre di Ciro Esposito, Antonella Leardi (nella foto sotto), ha invece detto: “La pena inflitta è congrua e giusta, per De Santis non provo odio perché l’ho perdonato”.

aaaciroesposito3

Chiesto l’ergastolo per De Santis, l’ultrà omicida di Ciro Esposito, le notizie del 19 aprile 2016

La Procura di Roma ha chiesto l’ergastolo per Daniele De Santis (nella foto di apertura), l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio di Ciro Esposito, ferito gravemente il 3 maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morto dopo un’agonia di 53 giorni. La sentenza è attesa fra un mese.

La richiesta dell’ergastolo è stata avanzata dai pm Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio nel processo in corso nella capitale. Alla requisitoria del magistrato hanno assistito i genitori di Ciro Esposito (nella foto qui sopra) e l’avvocato di parte civile Angelo Pisani.

 

La mamma di Ciro, presente in aula, piangeva
L’avvocato Pisani ha così commentato la richiesta dei Pm ai microfoni di Radio Crc: “Qualche minuto fa i pubblici ministeri, ricostruendo la dinamica un cui ha perso la vita Ciro Esposito, hanno chiesto l’ergastolo per Daniele De Santis. Nulla ci restituirà Ciro, anche oggi in aula Antonella Leardi piangeva. Hanno smontato la perizia tecnica, poi a fine maggio uscirà la sentenza.

C’era anche il presunto assassino in aula, ancora in barella, il cui interrogatorio è stato usato per colpevolizzarlo in quanto si è contraddetto spesso. Il dolore della mamma di Ciro – ha continuato il suo avvocato – era enorme e l’ergastolo non è una consolazione, solo la rappresentazione della giustizia. Hanno provato a nascondere le macchie e le responsabilità, ma i pubblici ministeri hanno seguito bene le indagini e siamo soddisfatti che la giustizia abbia fatto il suo corso”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto