Austria: vince il verde Van der Bellen col 50,3%, stop all’ultradestra

Clamoroso a Vienna. Il verde Alexansder Van der Bellen, sfavoritissimo alla vigilia del voto presidenziale, ha battuto l’ultranazionalista Norbert Hofer (in basso la sua pagina Facebook). È stato il voto postale – pari al 14% dei votanti –  che è risultato determinante per fermare l’avanzata dell’ultradestra. L’Austria ha un nuovo presidente.

aaaaaaaaaaaaaanorbert

Ribaltati i pronostici

L’esito del voto, determinato da poche migliaia di schede, ribalta i pronostici. Hofer, infatti, aveva vinto al primo turno col 35% e una propaganda ossessiva per la chiusura delle frontiere e contro i migranti. L’Ue, sotto attacco in Austria da parte dei nazionalisti, può tirare un sospiro di sollievo.

Angelo Bonelli, dei Verdi italiani, aveva anticipato, nel primo pomeriggio, che Van der Ballen l’avrebbe spuntata per pochissimi voti: 50,43% contro il 49,57%. Lo scarto finale ci è andato vicinissimo.

Infatti la differenza è di 31.000 voti. La vittoria al presidente dei Verdi (nella foto in apertura e in basso) è stata ragginta col 50,3% dei voti.

Hofer  ha ammesso la sconfitta, senza attaccarsi alla differenza esigua. È una vittoria importante del fronte democratico. È molto preoccupante, comunque, che un austriaco su due sostenga l’estrema destra.

aaaaaaaapresidenteaustria

Chi è il vincitore

Alex Van der Bellen, l’inatteso vincitore (nella foto qui sopra), è un professore ecologista, ha 72 anni, visto che è nato a Vienna nel 1944, da padre russo di origine olandese e madre estone entrambi profughi a seguito dell’invasione dell’Estonia da parte dell’Unione Sovietica avvenuta nel 1940. Lui stesso si è descritto spesso come “figlio di profughi”.

 

 

Un serrato testa a testa: le notizie del 22 maggio

Grande sopresa al voto per le presidenziali in Austria. Con il 90% delle sezioni scrutinate, i due candidati alla presidenza della Repubblica austriaca, il verde Van der Bellen e l’ultrazionalista Norbert Hofer (entrambi nella foto in apertura di pagina), sono esattamente in parità con il 50% delle preferenze. A questo punto saranno decisivi gli 800.000 voti espressi per corrispondenza che saranno scrutinati solo domani.

aaaaaaaaaahofer

Hofer era dato per stravincente

Hofer (nella foto qui sopra), del Partito della libertà (Fpo) aveva ottenuto il 35% dei consensi al primo turno, contro il 21% dell’avversario verde. Anche se i sondaggi non erano consentiti alla vigilia del voto di ballottaggio, le agenzie per le scommesse davano Hofer in vantaggio.

Una campagna dell’ultradestra contro i migranti

Il candidato dell’Fpo ha basato la sua campagna elettorale quasi esclusivamente sulla lotta all’immigrazione, e proprio ieri Vienna ha annunciato che da martedì prossimo intende schierare 80 poliziotti al confine italo-austriaco del Brennero.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto