Stasera la prima volta di Berlusconi da Fazio a Che tempo che fa

I tempi sono cambiati e dalle luci soffuse dei videomessaggi agli italiani Silvio Berlusconi passa alla poltrona di Fabio Fazio. Per la prima volta. Dopo aver “violato” Santoro (e con grande profitto) alla vigilia delleultime  elezioni politiche, stasera il Cav va da Fazio su RaiTre, una settimana prima del voto amministrativo che potrebbe consegnare a Forza Italia una percentuale da prefisso telefonico, la più bassa dalla sua storia.

Lo stesso Fabio Fazio ha confermato ieri la notizia via Twitter: “Ebbene sì – ha scritto – domenica 24 maggio a Che tempo che fa ci saranno Piero Angela e l’ospite inaspettato… Silvio Berlusconi”.

 

L’Agcom non può nulla

Par condicio violata a una settimana dal voto? A quanto apre – per i bizantinismi della politica italiana – l’Autorità per le comunicazioni è impotente. Può intervenire “ex post”, cioé dopo la messa in onda. Farà una riunione “importantissima” lunedì, a messa in onda già avvenuta. Del resto anche Matteo Renzi sta dando il cattivo esmepio impazzando da Gilletti e in altre trasmissioni di intrattenimeto televisivo. Insomma prepariamoci all’ennesim a apparizione del Cavaliere.

 

Una ridda di voci, fino a venerdì 22 mancava la conferma

 

La conferma ufficiale da parte della Rai non c’è ancora, ma c’è chi già grida alla violazione della par condicio, dato che manca una settimana all’election day del 31 maggio. E dato che uno degli argomenti papabili dell’intervista a “Che tempo che fa” prevista per domani, domenica 24 maggio, potrebbe essere il nuovo partito che l’ex Cavaliere lancerà chiudendo definitivamente il capitolo Forza Italia.

Ci sarà spazio anche per argomenti frivoli

Certo, di argomenti più “leggeri” ce ne sono da affrontare: la storia con la giovanissima Francesca Pascale, il rapporto con i cani Dudù e Dudina e la recentissima apertura dell’account Instagram di Berlusconi e consorte in pectore. Tutto, insomma, per ritagliarsi un altro po’ di visibilità nazional-popolare, come nella migliore delle tradizioni dell’ex presidente del consiglio. Ma dalla commissione di vigilanza Rai non tutti sembrano starci, a questo bagno di risonanza catodica a Berlusconi.

Anzaldi (Pd): “È un leader politico, turba campagna elettorale”

Di certo non ci sta Michele Anzaldi, deputato del Pd e segretario della commissione, secondo il quale “se fosse confermata, la presenza del leader di Forza Italia configurerebbe una violazione della par condicio. Sarebbe opportuno che l’Agcom si esprimesse preventivamente, visto che mancano pochi giorni al voto”. E aggiunge ancora Anzaldi: “Ospitare un leader politico a una settimana dal voto, in una trasmissione di intrattenimento che non ha spazi di contraddittorio o di compensazione per le altre forze politiche e che non potrà bilanciare prima del voto, significa turbare la serenità di una campagna elettorale”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto