“Nessun raggiro”: assolto il marito catalano di Gina Lollobrigida

Nessun raggiro, il fatto non sussiste. Assolto il catalano Francisco Javier Rigau, 55 anni, finito sotto processo, a Roma, con l’accusa di truffa e falso per “aver con artifici e raggiri” indotto in errore Gina Lollobrigida convincendola a ratificare davanti ad un notaio il loro matrimonio, solo religioso, avvenuto il 29 novembre del 2010 in Spagna. Lo hanno deciso i giudici dell’ottava sezione del tribunale di Roma presieduta da Paola Roja.

 

L’accusa parlava di “ingiusto profitto”
Per l’accusa, il presunto raggiro avrebbe consentito a Rigau di realizzare un “ingiusto profitto consistito nell’acquisizione dello stato giuridico di coniuge e dei diritti alimentari e successori, in danno della Lollobrigida”.
Il pm Claudia Terracina aveva chiesto la condanna dell’imputato, difeso da Michele e Alessandro Gentiloni, a otto mesi di reclusione.

Un documento sospetto del 2012

Il processo è stato incentrato su un documento dell’aprile 2012 che l’attrice sostiene di aver firmato in quanto certa trattarsi di una procura che affidava per una querela per diffamazione. In realtà si trattava di un atto con il quale la “Lollo” sottoscriveva la ratifica del matrimonio, in Italia, per gli effetti civili. Nel corso del processo l’attrice ha dichiarato di essere totalmente all’oscuro di avere contratto matrimonio con Rigau.

“Le sentenze si rispettano – ha commentato Fabrizio Sigia, legale della Lollobrigida – ma è evidente che la impugneremo”.

 

 

 

Le notizie del 20 settembre 2016

Una truffa, un raggiro, un amtrimonio “costruito” ad arte, di cui fu vittima la povera Gina Lollobrigida, una volta donna bellissima, ma in quel momento avanti con gli anni. La procura di Roma ha chiesto, così, una condanna ad 8 mesi di reclusione per il catalano Francisco Javier Rigau, 46 anni, sotto processo per il presunto falso matrimonio con l’attrice Gina Lollobrigida. L’unione, avvenuta per procura nel 2010, secondo l’accusa sarebbe stata siglata in maniera fraudolenta.

a-amorelollo

“Artifizi e raggiri contro l’attrice”

Rigau è accusato di truffa e falso per aver indotto ingannato l’attrice “con artifizi e raggiri’’, convincendola a ratificare il matrimonio, avvenuto il 29 novembre del 2010 in Spagna, davanti ad un notaio di Roma. Il raggiro, secondo la Procura, ha consentito a Rigau (nelle foto all’epoca con l’attrice) di realizzare un “ingiusto profitto”, consistito “nell’acquisizione dello stato giuridico di coniuge e dei diritti alimentari e successori, a danno della Lollobrigida”. L’attrice ha oggi 89 anni, essendo nata il 4 luglio del 1927.

Si attende ora la sentenza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto