Da Lecce a Zurigo per uccidere la moglie e suicidarsi: lui 38 anni, lei 35

Un italiano di 38 anni, Danilo Nuzzo, ha ucciso con colpi di pistola la moglie, Irene Rizzo, di 35 anni, in una strada nel centro di Zurigo e poi si è tolto la vita. Marito e moglie erano originari della provincia di Lecce: lui di Supersano, lei di Ruffano.

La coppia, che lascia due figli, viveva nella città svizzera da diversi anni. La tragedia è avvenuta, per motivi non ancora accertati, ieri, venerdì 23 febbraio, sotto gli occhi dei passanti che sono fuggiti terrorizzati.

Lei era un’impiegata dell’Ubs

Irene Rizzo era impiegata presso una filiale della banca Ubs. E, proprio davanti all’edificio che ospita l’istituto di credito, avvenuto l’omicidio-suicidio. La donna è morta davanti all’ingresso della banca. A pochi passi da lei, il marito si è tolto la vita dopo averla uccisa.

Uno dei due, riferisce La Gazzetta del Mezzogiorno sull’edizione di Lecce, sarebbe morto sul colpo, l’altro in seguito alle gravi ferite riportate. Sembra che l’uomo avesse trascorso gli ultimi giorni in paese e che proprio il giorno prima della tragedia fosse ripartito per la Svizzera.

In preda al terrore, i numerosi passanti sono fuggiti e hanno cercato di mettersi al riparo, pensando a un attacco terroristico. Il luogo della tragedia è stato subito raggiunto da auto e camionette della polizia ed è stato interdetto ai pedoni. Sull’accaduto indagano la procura e la polizia della città svizzera.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto