L’anello vaginale anti Hiv: una nuova frontiera per le donne che costa 5 dollari

Un anello vaginale che protegge, almeno in parte, dall’Hiv. Sperimentato con risultati positivi nell’Africa sub-sahariana, dove l’infezione è ancora estesa, si tratta di un dispositivo in silicone che contiene la dapivirina, un antivirale in grado di bloccare il virus dell’Hiv. La sua durata è di un mese e, spiegano i medici, è facile da applicare.

Infezione ridotta del 30%

Descritto da 2 studi presentati al Croi di Boston (Conference on retrovirus and opportunistic infections) e pubblicati dalla rivista New England Journal of Medicine, l’anello è stato sperimentato su 4.500 donne evidenziando un tasso di infezione ridotto del 30% circa (l’oscillazione è fra il 27 e il 31%). La sua efficacia è legata all’età (le meno giovani ottengono risultati migliori) e anche il suo costo è contenuto, 5 dollari.

Più di 37 milioni gli infettati nel mondo

“Speriamo di aver trovato un sistema per proteggere davvero le donne dall’Aids”, ha detto commentato Jared Baeten dell’università di Washington a Seattle, coordinatore di uno dei due studi, Aspire. “Ma mi sento di affermare che sono davvero ottimista per il futuro”. Nel mondo, le persone sieropositive sono più di 37 milioni e oltre il 50% sono donne, concentrate soprattutto nell’Africa sub-sahariana.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto