Stabilità e misure per la famiglia: congedi per papà e nuovo bonus baby sitter

Una carta sconto per le famiglie numerose, un’accetta sulle tasse sulla casa, congedo obbligatorio per i neopapà e bonus baby sitter esteso alle lavoratrici autonome. Sono le misure a favore della famiglia contenute nella Legge di Stabilità approvata il 22 dicembre dal Parlamento

 

Seconda casa: Imu a metà se ci vivono i figli

Oltre ad avere tagliato la Tasi sull’abitazione principale, la Legge di Stabilità cancella per metà l’Imu sugli altri immobili, nel caso in cui questi siano dati in comodato gratuito ai propri figli o genitori.

Per evitare abusi la norma contiene due limitazioni: lo “sconto” del 50% si potrà ottenere solo se il comodato verrà registrato e se si possiede al massimo una prima casa oltre quella data al parente.

 

Congedo per papà raddoppiato

Per chi ha figli piccoli, invece, il congedo parentale obbligatorio per il papà lavoratore dipendente passa da uno a due giorni, che potranno essere fruiti anche non continuativamente. Il papà potrà prendere il congedo anche durante il congedo di maternità della madre lavoratrice. La misura si inserisce in un pacchetto di riforme a sostegno della maternità dei lavoratori autonomi già contenute nel job act.

I lavoratori e le lavoratrici autonome, genitori di bambini nati dopo il 1° gennaio 2016, potranno infatti beneficiare del congedo parentale per un periodo di 6 mesi entro i primi 3 anni di vita del bambino, godendo del medesimo trattamento economico e previdenziale previsto oggi per i dipendenti.

 

 

Voucher baby sitter alle autonome

Anche il voucher baby sitter, prorogato nella Legge di Stabilità 2016, viene  esteso anche alle lavoratrici autonome non parasubordinate (quindi non iscritte alla gestione separata INPS) e alle imprenditrici. Il bonus di 600 euro sarà però in questo caso erogato per soli 3 mesi (le lavoratrici dipendenti hanno diritto a riceverlo per una durata massima di 6 mesi). I voucher – lo ricordiamo, può essere utilizzato per il pagamento di una baby sitter o per la retta dell’asilo nido anche privato, purché convenzionato.

 

Carta famiglia: sconti per chi ha più di 3 figli

C’è poi la carta famiglia per i nuclei familiari con più di tre figli. Entro marzo saranno varati i decreti attuativi che ne definiranno i contorni. la card potrà essere utilizzata per ottenere sconti su beni e servizi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto