Sabbioneta (Mantova): muore un bambino di 11 anni nella casa incendiata dal padre

È morto il bambino di 11 anni che si trovava nella casa di Sabbioneta (Mantova) che il padre avrebbe incendiato. L’uomo, italiano, a quanto si è saputo aveva ricevuto 4 giorni fa un divieto ad avvicinarsi alla casa familiare emesso dal gip di Mantova. I carabinieri della città, coordinati dal comandante Fabio Federici, stanno ricostruendo le ore precedenti all’accaduto.
Il piccolo è morto in ospedale

Secondo quanto si è saputo, la madre del bambino stava rientrando a casa dopo aver portato altri suoi due figli ad attività pomeridiane, e ha visto il marito uscire dalla casa e salire a bordo di un’auto con la quale ha speronato la sua. Quando sono arrivati i Carabinieri e il personale del 118 in casa, il bambino era esanime ed è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Sono state diramate le segnalazioni e l’uomo è stato trovato in un bar dagli agenti della Polizia stradale di Cremona, che si trovano con i Carabinieri in caserma in attesa dei provvedimenti della magistratura. Sulla vicenda indaga la Procura di Mantova, competente sul fatto, mentre della convalida del fermo si occuperà la Procura di Cremona.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto