Voli giù del 92%: la Iata chiede test anti-Covid al posto della quarantena

La Iata, l’associazione internazionale del trasporto aereo, chiede di effettuare test anti-Covid rapidi, puntuali e affidabili a tutti i passeggeri prima della partenza dagli aeroporti, in alternativa alle misure di quarantena obbligatoria, consentendo così di ripristinare i collegamenti aerei a livello internazionale.

Per superare l’impasse

La Iata intende perseguire questo obiettivo agendo in collaborazione con Icao (l’organizzazione internazionale dell’aviazione civile) e le autorità sanitarie per superare l’impasse e garantire la ripresa del trasporto aereo in sicurezza. Rispetto al 2019, i voli sulle rotte internazionali sono diminuiti del 92%.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto