Europeo Under 21: l’Italia batte il Belgio 3-1, ma è a rischio “biscotto”

L’Italia ha battuto ieri sera agevolmente il Belgio, per 3-1, ma la possibilità di conquistarsi direttamente le prossime Olimpiadi di Tokyo è traballante, perché appesa ai risultati degli altri e con fattori di rischio “biscotto” non piccoli.

A qualcuno, nello specifico Francia e Romania, domani 24 giugno, è sufficiente non farsi male e pareggiare per assicurare a entrambe il passaggio del turno.

La cinquina della Spagna sulla Polonia al Dall’Ara nella partita in contemporanea ha spedito infatti gli iberici al primo posto e gli uomini di Di Biagio al secondo, per la differenza reti negli scontri diretti, tutte a sei punti. Di seconda, passa solo la migliore dei tre gironi: il 3-1 alla nazionale di Walem consente di avere una differenza reti discreta, +3, ma anche questo non è detto che sia risolutivo.

L’ambinetse azzurro è stato scosso dalla punizione inflitta da Di Biagio a Kean, che si era presentato in ritardo all’allenamento asssieme a Zaniolo (però squalificato) e il tecnico non l’ha mandato in campo neppure per un minuto, affermando che “le regole del gruppo si rispettano”.

Quella di ieri, comunque, potrebbe essere stata l’ultima partita in questo europeo delle occasione perse (specie contro la Polonia).

 

 

La vigilia di Italia-Belgio

Si gioca alle 21, al Mapei stadium di Reggio Emilia, la terza sfida per la Under 21 di Di Biagio: Italia-Belgio. Diretta su Rai e Raiplay.

L’Italia, per continuare questi europei, deve vincere, ma non basta, perché ci sono degli “incroci” molto rischiosi per qualificarsi.

Di Biagio dovrebbe schierare con il 4-3-3 gli azzurri con Meret, Calabresi, Mancini, Bastoni, Pezzella,  Barella, Mandragora, Pellegrini, Kean (nella foto), Cutrone e Chiesa.

 

L’inattesa sconfitta con la Polonia

Dopo la gioia per le azzurre, arriva la delusione dagli Under 21 di Di Biagio,

L’Italia poco concreta e anche un po’ sfortunata. E viene sconfitta 1-0 da una Polonia apparsa molto più determinata. Forse il gran caldo della serata bolognese, che sfiora i 30 gradi, ha inciso sugli azzurri, ma c’era anche per i polacchi.

Agli azzurri è stato anche annullato il gol del pareggio di Orsolini, ma la Var ha evidenziato che ere in fuorigioco.

E così i sogni europei (e olimpici) dopo vittoria con la Spagna si infrangono contro la muraglia polacca. Al Dall’Ara di Bologna, dopo aver battuto il Belgio nel match d’esordio, la Polonia centra i tre punti anche con gli azzurri, con un gol sugli sviluppi di una punizione a fine primo tempo e un catenaccio da partita in bianco e nero che però ha retto fino al triplice fischio finale.

 

Sabato appuntamento decisivo

Con la vittoria della Spagna sul Belgio a Reggio Emilia, l’Italia, con una vittoria, si sarebbe garantita la qualificazione alle semifinali e il pass per Tokyo. Con la sconfitta la missione si fa complicatissima, ma non impossibile. Sarà indispensabile vincere sabato con il Belgio e poi sperare che la combinazione degli altri risultati regalino o il primo posto nel girone o lo status di migliore seconda.

Nessuno si attendevaq uyna situazione simile dopo due partite.

 

La vigilia della partita

Dopo la sconfitta con annesso primo posto nel girone di ieri sera della azzurre, oggi tocca ai ragazzi dell’europeo Under 21 (ore 21, Rai1).

Che hanno di fronte un osso molto duro: la Polonia. La squadra prova l’entusiasmo delle ‘Notti Magiche’.

“Stiamo rivivendo ‘Italia 90’: questi ragazzi ancora non erano nati, ma io sento la stessa voglia di appartenenza e che la gente ha voglia di gioire, di festeggiare”, ha detto il tecnico Gigi Di Biagio, paragonando il clima dell’Europeo di categoria a quello dei Mondiali in Italia. Con la Spagna “è stato incredibile, mi ha lasciato esterrefatto. Ora dobbiamo cavalcare l’onda”, ha aggiunto alla vigilia del match con la Polonia.

 

Le probabili formazioni

L’Italia, guidata da Di Biagio, giocherà col 4-3-3.

La formazione dovrebbe essere questa:Meret; Calabresi, Mancini, Bonifazi, Dimarco; Barella, Mandragora, Lo. Pellegrini; Orsolini, Cutrone, Chiesa.

Anche la Polonia si presenta in campo con il 4-3-3, schierato da Michniewicz.

Probabile formazione: Grabara; Fila, Wieteska, Bielik, Pestka; Jagiello, Dziczek, Zurkowski; Michalak, Kownacki, Szymanski.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto