Kiko Argüello al Family Day: “Femminicidio? Colpa delle donne” (video)

Un tempo è stato un pittore, ma più avanti deve aver ricevuto la “chiamata” e ha così fondato il Cammino Neocatecumenale, itinerario di formazione cattolica e di evangelizzazione. Lo spagnolo Kiko Argüello era presente al Family Day di Roma ed è intervenuto dal palco per spiegare il suo concetto di famiglia naturale: un uomo e una donna, ovviamente. Ma ha dato anche la propria interpretazione del femminicidio e della violenza domestica: se un marito non sente più l’amore della moglie che magari l’ha pure lasciato (non escluso per un’altra donna), allora “il primo moto che sente dentro è di uccidere”.

Il secondo moto dell’uomo dopo la separazione: “Uccido i bambini”

Ha aggiunto anche: “Dicono che la violenza di genere è a causa della dualità maschio-femmina. Bene, noi diciamo che non è così”. L’amore della moglie dovrebbe fare di un uomo una persona, dice Kiko Argüello, e se lei decide di sottrarsi al suo legame affettivo, ecco che “quella moglie ha tolto l’essere” al marito. L’uomo così “sperimenta il non essere amato. Questo si chiama l’inferno”. Dopo il primo moto verso l’omicidio, ecco che ce n’è anche un secondo: “Come posso far capire a mia moglie il danno che mi ha fatto? Uccido i bambini”.

 

La posta del cuore di Anna Pavignano risponde a una lettera su Kiko Argüello

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto