Badanti: corsi in 9 regioni, in aula anche i familiari degli assistiti

Badanti senza formazione specifica, ma costrette a somministrare medicine, fare iniezioni, occuparsi della delicata igiene di un anziani quando e’ costretto a restare a letto: solo 1 su 7 ha competenze di questo tipo e conosce le tecniche di base di cura e igiene. Sono spesso gli anziani stessi che a volte non si sentono perfettamente sicuri nelle loro mani, pur ritenendoli un punto di riferimento essenziale e irrinunciabile nella propria esistenza: 1 su 3 teme eventuali errori con i farmaci.

aaaabadanti2

Dodici 12 di lezione in aula e 30 a distanza

Per questo è partito in 9 regioni il progetto Sigg (Società italiana di geriatria e gerontologia) per la formazione dei caregiver: badanti e familiari in 12 ore di lezioni e 30 ore di e-learning a distanza, potranno imparare ad eseguire in modo giusto semplici atti assistenziali come un’iniezione, la misura della pressione o della glicemia, la somministrazione corretta dei farmaci, le tecniche di mobilizzazione e igiene dell’anziano.

aaaafalaschi

L’elenco delle regioni coinvolti

Coordinata dal professor Paolo Falaschi (nella foto sopra), responsabile dell’unità di geriatria dell’ospedale Sant’Andrea-Sapienza Università di Roma, l’iniziativa è frutto di uno sforzo multidisciplinare che ha coinvolto la sezione nursing e i presidenti delle sezioni regionali della Sigg ed è già attiva in Lazio, Marche, Umbria, Toscana, Abruzzo, Molise, Calabria, Sardegna e Lombardia. “I corsi SIGG sono pensati per loro, ma anche per tutti i familiari che si trovino a prestare aiuto ad anziani non più autosufficienti”, sottolinea Nicola Ferrara, presidente Sigg.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto