Giro d’Italia: vola Contador a cronometro e strappa a Aru la maglia rosa

Vasil Kiryenka, del team Sky, vince la cronometro di Valdobbiadene, ma Alberto Contador riconquista, con una crono di un’ora 18 minuti e 6 secondi, subito la maglia rosa persa ieri, strappandola dalle spalle di Fabio Aru. In un grande giro, Contador non aveva mai perso la maglia di leader della classifica. Quest’anno l’ha persa per la prima volta, ma per un solo giorno. Contador, comunque, ha lamentato dopo l’arrivo un grande mal di gambe. Mancano 8 tappe al traguardo finale e Aru può ancora sperare.

 

Il giovane sardo ora è secondo

Il giovane campione sardo passa al secondo posto, “pagando” i 19 secondi di vantaggio che aveva ieri al traguardo e aggiungendovi altri due minuti abbondanti di ritardo.

In classsifica generale ora Aru è a 2’28” da Contador, ma il Giro non è finito, perché Fabio e la sua squadra nei prosismi giorni, sulle montagne, potranno provare ancora ad attaccare lo spagnolo tornato in rosa.

Vasil Kiryienka del team Sky, è alla terza vittoria al Giro d’Italia, dopo il 2008 e il 2011 e dà una soddisfazione alla sua squadra che ha di fatto rinunciato con Porte alla vittoria finale. Aru chiude a 3 minuti e un secondo dal vincitore della cronometro di oggi.

Troppo negativa, comunque, oggi la prestazione di Richie Porte, venuto per vincere questo Giro e che, ormai, è fuori dai primi dieci per una serie di errori e di sfortune.

 

aaaclassifica

La classifica generale dopo il 14° traguardo

Questa è un’immagine con la classifica generale dopo la tappa a cronometro, con Contador in maglia rosa e Aru al secondo posto.

La svolta del 13° traguardo, Aru in rosa

Il 13° traguardo del Giro d’Italia 2015 potrebbe essere uno dei più importanti della corsa rosa organizzata dalla Gazzetta dello Sport.

A vincere in volata sotto il traguardo di Jesolo è Sacha Modolo davanti a Giacomo Nizzolo ed Elia Viviani. Ma la notizia più importante è che Fabio Aru, 25 anni non ancora compiuti, è la nuova maglia rosa ed è anche il primo sardo a indossare la maglia rosa al Giro d’Italia: il giovane ciclista dell’Astana, che appartiene alla stessa squadra di Nibali, approfitta di una caduta nel finale in cui resta coinvolto tra gli altri l’ex leader della generale Alberto Contador, ora secondo con 19” di distacco.

Nibali, che l’anno scorso ha vinto il Tour de France, non partecipa, comunque al Giro per preparare il Tour 2015.

 

Oggi cronometro in maglia rosa

Sarà un bel vedere, oggi, la cronometro di Fabio che partirà ultimo ma in maglia rosa alle 15,42. Non si è mai provato su distanze simili, quindi non si conoscono le sue possibilità.

Si parte con la pioggia e il vento contrario, il che aumenterà le difficoltà dei ciclisti. Ognuno affronta il percorso per circa un’ora e venti.

Contador e Porte sono da considerare favoriti. Soprattutto il tasmaniano, che però è finito fuori dai primi 10 per una foratura e una penalizzazione per aver accettato una ruota da un corridore amico, ma di un’altra squadra.

I ciclisti sono attesi da tappa contro il tempo che potrebbe segnare ancora di più la classifica generale.

Sono 59,4 chilometri contro il tempo da Treviso a Valdobbiadene. È una crono molto impegnativa, divisa in due tipi di percorso: primi 30 chilometri sono veloci e pianeggianti, poi c’è una parte mossa e vallonata fino al traguardo. Valdobbiadene è famosa per il suo prosecco. Chi festeggerà?

 

La diretta tv anche in streaming

La diretta tv della cronometro si potrà vedere su Rai Sport 1 e Rai 3, con approfondimenti prima della partenza e dopo l’arrivo. Su Rai.tv sarà anche disponibile la diretta streaming gratuita della corsa.

 

Aru: “Una bellissima emozione”

Per Fabio Aru è la prima volta in rosa, anche se ha vinto una tappa al Giro dell’anno scorso.

“La maglia rosa – ha detto ieri dopo averla indossata con la tradizionale premiazione – è una bellissima emozione, ma il Giro finisce a Milano. In 21 tappe ci sono giornate buone e meno buone, l’importante è superarle. Io ho una grande squadra e delle persone che mi vogliono bene. Manca ancora tanto. La crono di domani? L’ho provata una volta, ma Slongo, il mio preparatore, me l’ha spiegata diverse volte. Domani è un giorno importante, andremo a tutta”.

 

La nuova classifica generale

1° Fabio Aru (Astana) in 54h20’35”;
2° Alberto Contador (Spa) 19”;
3° Landa (Spa) a 1’14”;
4° Kreuziger (R.Cec) a 1’38”;
5° Cataldo a 1’49”;
6° Uran (Col) a 2’02”;
7° Caruso a 2’12”;
8° Amador (C.Rica) a 2’21”,
9° Visconti a 2’40”,
10° Trofimov (Rus) a 3’15”.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto