Abusi su un disabile di 14 anni, arrestato ex sacerdote

I “peccati” di T.G., ex sacerdote, erano già noti da tempo alla Curia di Foggia. Nel febbraio 2012 l’uomo era stato ridotto allo stato laicale con provvedimento adottato dal Consiglio Generale della Congregazione, e gli era stato vietato di avvicinarsi ai bambini che frequentavano la parrocchia di Pietramontecorvino, piccolo paese nel foggiano arroccato sui monti del Subappennino.

 

Dalla parrocchia alla Scuola Calcio
L’uomo aveva continuato comunque ad avere frequentazioni con minori, avvicinandoli attraverso la scuola di calcio del paese. Ne era diventato socio e frequentava i bambini del circolo, uno in particolare, che aveva invitato spesso a casa sua per impartirgli lezioni di doposcuola. Tra l’inizio del 2013 e il novembre 2014 avrebbe così abusato del ragazzino, un 14enne, approfittando delle sue “condizioni di inferiorità fisica e psichica”,  e girato video hard.

 

Abusi e video
Questo è quanto accertato nel corso delle indagini condotte dal Compartimento della Polizia Postale di Bari che, insieme ai carabinieri della stazione di Casalnuovo Monterotaro e di Pietramontecorvino, dopo una denuncia per adescamento di minore.
Dopo la denuncia e le successive indagini, la Procura della Repubblica di Bari ha disposto una perquisizione domiciliare presso la abitazione dell’uomo, effettuata il 21 novembre 2014.
Gli inquirenti sono quindi venuti in possesso dei materiali video a sfondo pedopornografico, prodotti all’interno dell’abitazione dell’indagato, e aventi come oggetto proprio il minore.

 

In carcere
L’ex sacerdote è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, è indagato per i reati di violenza sessuale aggravata e continuata commessa per induzione, nonché produzione di materiale pornografico attraverso rappresentazioni di pornografia minorile e condivisione di materiale pedopornografico in danno di un minore di quattordici anni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto