Lavori in casa: quando non servono autorizzazioni

Dal gazebo al barbecue in muratura, dal pergolato agli “interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche” come montacarichi e rampe.

È stato approvato il Glossario contenente le principali opere edilizie realizzabili in attività edilizia libera, cioè senza bisogno di chiedere un permesso al Comune o in molti casi comunicare l’avvio dei lavori (Cil, Cila, Scia).

58 fattispecie di opere edilizie

Si tratta solo del primo stralcio, comunque importante, perché “consente di ottenere un risultato importante: definisce, infatti, in modo univoco ben 58 fattispecie di opere edilizie (che a loro volta si articolano in 3 o 4 sottospecie) che un provvedimento statale, assunto d’intesa con regioni e comuni, stabilisce essere liberalizzate e non necessitano di alcun titolo edilizio” si legge in una nota della Rete professioni tecniche.

Nell’edilizia libera rientra la “Manutenzione ordinaria”, come le tinteggiature interne, sostituzioni (senza innovazioni) di pavimenti, sanitari o impianti; tinteggiature delle facciate (senza modifiche, anche di colore se le impalcature non servono o non occupano suolo pubblico); inferriate; parapetti e ringhiere; impianto elettrico.

Le barriere architettoniche

Come già accennato prima nel glossario compaiono anche gli “interventi volti all’eliminazione di barriere architettoniche” che non prevedono la realizzazione di manufatti che alterano la sagoma dell’edificio: ascensori, montacarichi, servo scala, rampe, apparecchi sanitari e impianti igienici e idro-sanitari, dispositivi sensoriali.

 

Via libera anche alle “serre mobili”

Anche le “Serre mobili stagionali” e le “Aree pertinenziali” rientrano in questa lista: quindi via libera a gazebo, pergolati e ripostigli per attrezzi purché siano di limitate dimensioni e non stabilmente infissi al suolo. Anche l’installazione di pannelli fotovoltaici a servizio degli edifici, di antenne e parabole e di pompe di calore aria-aria rientrano nell’edilizia libera.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto