Maltempo: allerta rossa sulla Calabria, evacuati paesi per il rischio alluvioni

Violenti temporali, accompagnati da vento forte, stanno interessando gran parte della Calabria, colpendo soprattutto il reggino. Su alcune località, in appena 12 ore, sono caduti oltre 200 millilitri di pioggia. Alcune famiglia che abitano in frazioni di Melito Porto Salvo, ha riferito la Protezione civile regionale, sono state fatte evacuare a scopo precauzionale dopo che la fiumara Tuccio ha rotto un argine mettendo a rischio alcune abitazioni.

Rischio isolamento per disabili

Nella stessa zona è a rischio isolamento un istituto per disabili per un muro sull’unica strada di collegamento che rischia di crollare. Sorvegliato speciale il fiume Budello, a Gioia Tauro, che per due volte ha superato il livello di guardia durante la notte e che in passato è esondato più volte. A preoccupare è la Locride. In considerazione dell’allerta rossa prevista per oggi le scuole sono chiuse a Reggio, Catanzaro, Crotone ed in gran parte dei comuni della fascia ionica.

Morto pensionato travolto da una piena sulla Palermo-Agrigento

Pessime condizioni meteo, come annunciato ieri, in Sicilia e nell’Italia del Sud e anche per oggi ilmeteo.it prevede nubifragi in Sicilia e in Calabria. E, purtroppo, c’è da registrare una vittima. Si tratta di Giovanni Mazzara, 67 anni, un pensionato di Campofranco (Cl). Giovanni è morto ieri dopo essere stato travolto dal torrente Morello nella zona di Castronovo di Sicilia.

La vittima è stata identificata dopo alcune ore dall’incidente avvenuto ieri al chilometro 15 della statale 189 Palermo-Agrigento.

Un’ondata di acqua e di fango

A causa delle forti piogge un’ondata di acqua e fango ha investito l’Audi Q5 sulla quale il pensionato viaggiava insieme ad altre tre persone che sono riuscite a mettersi in salvo. Giovanni Mazzara è stato invece trascinato e ritrovato dopo un’ora sommerso dall’acqua e dal fango.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e gli uomini della Polstrada che hanno partecipato alle ricerche. Il medico legale dopo l’ispezione sul corpo del pensionato, che era sposato, ha confermato la causa della morte per annegamento. La statale è stata riaperta soltanto alle 2 della notte scorsa. Sull’incidente indaga la Procura di Termini Imerese.

Era un imprenditore edile a Palermo per una partita
Mazzara era un imprenditore edile in pensione, arrivato ieri mattina a Palermo per seguire la partita della sua squadra del cuore, il Campofranco.
Secondo le prime ricostruzioni, la vittima era in auto con altre tre persone, anche loro tutti di Campofranco, quando il corso d’acqua ha trascinato via il veicolo e altre auto che viaggiavano sulla strada statale 189 – che collega Palermo ad Agrigento – spingendolo fuori dalla carreggiata. L’imprenditore, riuscito come le altre tre persone che si trovavano nell’auto – una Audi Q5 – ad abbandonare il veicolo, sarebbe stato, però, travolto da fango e detriti.

Bomba d’acqua a Sciacca, scuole chiuse a Catania e nel messinese

I sindaci di molte città siciliane hanno disposto, per il 23 gennaio, la chiusura delle scuole. A meno di due mesi dall’alluvione del 25 novembre, è tornata ad abbattersi su Sciacca (Agrigento) una bomba d’acqua.

La pioggia torrenziale ha già causato numerosi allagamenti, facendo straripare i torrenti Foggia, San Marco e Cansalamone, causando frane e diverse interruzioni stradali. La statale 115 è stata interrotta per alcune ore, all’altezza della galleria Belvedere, a causa di una fogna saltata. Un fulmine ha colpito un semaforo in pieno centro abitato. Il sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola, comunque, ha utilizzato i social network e i siti d’informazione locali per appellarsi alla cittadinanza a non lasciare le proprie abitazioni. C’è il timore che possano verificarsi altre tragedie, come quella di Vincenzo Bono, l’uomo disperso nel nubifragio di due mesi fa e non ancora ritrovato.

Molte scuole non apriranno oggi anche nel messinese per disposizione delle autorità locali.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto