Magneti Marelli venduta ai giapponesi per 6,2 miliardi e Fca vola in Borsa

La Fca (ex Fiats) ha venduto la Magneti Marelli a Calsonic Kansel, società del settore automotive nata in Giappone. L’operazione, che ha un valore di 6,2 miliardi di euro e punta “a creare un leader indipendente della componentistica automotive”, è stata annunciata oggi, in un comunicato congiunto da Fca, Magneti Marelli e Calsonic Kansei. Le società garantiscono la volontà di mantenere le attività in Italia e i livelli occupazionali. Chissà.

La reazione di Piazza Affari

Intanto l’operazione sembra piacere ai mercati. Il titolo Fca, infatti, vola in avvio di scambi a Piazza Affari, segnando +6,55% a 14,35 euro in scia alla cessione. Del resto, l’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, spiega che “l’operazione riconosce il pieno valore strategico di Magneti Marelli ed è un altro importante passo nel nostro continuo focus sulla creazione di valore. L’accordo è un’opportunità ideale per accelerare la crescita futura a beneficio dei suoi clienti e delle sue persone eccezionali”.

La Cisl: “Vigileremo”

Per il segretario generale Fim Cisl, Marco Bentivogli, la cessione rappresenta una “grande occasione di crescita” sulla quale comunque il sindacato vigilerà, in particolare per gli aspetti che riguardano lo sviluppo e la forza lavoro. L’operazione – afferma il sindacalista in una nota – “consente di crescere e raddoppiare l’economia di scala di Magneti Marelli fino a 15,2 miliardi di dollari.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto