Emorragia cerebrale improvvisa: la colpa è del fumo di sigaretta

Una ricerca condotta su coppie di coppie di gemelli indica che il fumo ha un forte legame con l’emorragia subaracnoidea (Sah), uno dei più gravi disturbi cerebrovascolari. Infatti, il fumo spiegherebbe il motivo per cui un solo gemello svilupperebbe questo genere di malattia, che vede circa un paziente su due morire nei primi mesi dopo l’episodio. Il legame è stato individuato da una ricerca condotta dall’Università di Helsinki e pubblicata sulla rivista Stroke.

Confermati studi precedenti

Studi precedenti avevano riportato un legame tra il fumo e l’aumento del rischio di Sah, ma finora nessuno studio era stato in grado di dimostrare una connessione diretta. Analizzandoo circa 13.000 coppie di gemelli, i ricercatori sono riusciti a trovare, nel fumo di sigaretta, proprio la causa. “I nostri risultati confermano, per la prima volta, i precedenti sospetti di una reale relazione causale tra fumo ed emorragia cerebrale fatale”, dice Ilari Rautalin, primo autore dello studio.

Rottura dell’aneurisma

L’emorragia subaracnoidea è un sanguinamento improvviso dello spazio subaracnoideo del cervello. Tra le cause più frequenti c’è la rottura di un aneurisma.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto