Anticipo d’autunno: domenica di maltempo, lunedì assai instabile

E arriva il maltempo! In vista dell’equinozio d’autunno, che cade il 23 settembre, in avvio di settimana la perturbazione domenicale agirà ancora al Centro-Sud, mentre da Ovest tornerà ad affacciarsi l’anticiclone con un miglioramento, almeno temporaneo. Questa prima perturbazione non farà però da apripista verso quel cambiamento meteo che possa imprimere l’accelerazione all’autunno.

Temperature, di conseguenza, in forte calo.

Lunedì si prevede, dunque, un meteo assai instabile specialmente al Nord Est e su gran parte del Centro. Col passare delle ore si attiveranno graduali schiarite sulle regioni del Nord Ovest, mentre il brutto tempo andrà a concentrandosi sui settori orientali e sui versanti adriatici del Centro.

La nuova rimonta anticiclonica sarà enfatizzata dall’arrivo verso il Nord Europa dei resti dell’uragano Humberto.

La parentesi di meteo più stabile potrebbe essere disturbata tra mercoledì 25 e giovedì 26, almeno sul Nord Italia. Una perturbazione lambirà le regioni settentrionali, mentre l’anticiclone dovrebbe sostanzialmente mostrare una certa tenuta sull’Italia.

 

Beltempo ancora al Sud

Il Sud e le due Isole Maggiori, invece continueranno a godersi il tempo discreto e per altro anche di nuovo caldo per via delle miti correnti da Scirocco che accompagnano la perturbazione. Solo verso il tardo pomeriggio i venti cominceranno a ruotare da nord ovest ad iniziare dalle zone tirreniche.

Questa rotazione dei venti annuncerà un nuovo cambio della circolazione. Tra martedì e mercoledì infatti, la pressione atmosferica riprenderà gradualmente ad aumentare sul bacino del mediterraneo.

Il meteo sull’Italia tornerà abbastanza stabile dapprima al Nord e poi anche al Centro, mentre ad accusare una moderata instabilità sarà la volta del Sud.

 

 

Le previsioni del 21 settembre

Queste le previsioni del tempo di oggi, sabato 21 settembre, diffuse dall’Agenzia AdnKronos.

Al Nord sereno in riviera ligure, nubi sparse con ampie schiarite sulle pianure lombardo piemontesi, sulle pianure emiliane e sulle Dolomiti, nuvoloso con locali aperture sulle Alpi occidentali e sulle Alpi centrali.

Al Centro nubi sparse con ampie schiarite sulla capitale e sulla dorsale appenninica. Sereno altrove.

Al Sud nubi sparse con ampie schiarite sul litorale adriatico, sereno altrove.

Venti da deboli a moderati Mari quasi calmi o poco mossi.

Temperature in calo al Centro-Nord, stabili altrove

 

 

Le previsioni fino al 20

Un fronte freddo in discesa dal Nord Europa si sta riversando sulle regioni centro-settentrionali dopo aver distribuito i primi fenomeni ad inizio giornata di mercoledì sull’estremo Nordest e sull’alto Adriatico.

Piogge e temporali si sono estesi al Nord-Ovest ma anche a parte del Centro, oggi, giovedì 19 settembre,scivoleranno verso sud interessando soprattutto il versante adriatico e parte della Sicilia.

Contemporaneo miglioramento da Nord con generale calo delle temperature, salvo gli ultimi rovesci che fino a domani, venerdì 20, si attarderanno sul versante ionico.

Previsioni meteo di giovedì 19

Aperture al Nord a partire dal Triveneto, ancora nubi altrove con residue piogge su basso Piemonte ed Emilia Romagna ma con tendenza a schiarite nella seconda parte della giornata.

Giornata inizialmente instabile al Centro con piogge e temporali soprattutto sulle regioni adriatiche, anche forti, ma si esauriscono i fenomeni tra pomeriggio e sera a partire da Toscana e Marche con tendenza a schiarite.

 

Mentre nelle regioni del Sud…

Qualche piovasco sulla Sardegna orientale. Al Sud prime piogge al mattino su alta Puglia, Molise, alta Campania, localmente su ovest Sicilia, poi peggioramento sul resto della Puglia con piogge e temporali localmente fortie qualche fenomeno fin su Basilicata, alta Calabria ed ovest Sicilia.

 

 

E venerdì 20 settembre

Il tempo migliora su tutto il Centro-Nord ma anche su gran parte del Sud peninsulare. Gli ultimi rovesci si attardano però su Sicilia ionica e bassa Calabria, attenuandosi in serata. Temperature ormai ridimensionate su praticamente tutta Italia.

 

Le previsioni del 18 settembre

Da oggi, mercoledì 18 settembre 2019, l’autunno entra nel vivo. L’arrivo di aria fredda dalla Russia porterà temporali e un brusco calo delle temperature prima di un nuovo, deciso, miglioramento atteso per il weekend.

A prevederlo sono gli esperti del sito ilmeteo.it, secondo cui – dopo l’apice, previsto di ieri di caldo fuori stagione – lo scenario muterà radicalmente tra oggi e domani dopodomani prima al Nord e poi al Centro: l’aria fredda contrasterà con quella più calda preesistente, dando origine ad una prima fase temporalesca.

 

I dettagli del cambiamento

Da stamattina, mercoledì 18 settembre, il peggioramento colpirà  il Triveneto, l’Emilia Romagna e la Lombardia orientale. E con il passare delle ore il quadro meteo evolverà anche nel resto del nord in temporali e grandinate a carattere sparso. Giovedì rovesci, temporali e grandinate investiranno le Marche, l’Abruzzo, il Molise e – in serata – la Puglia. Piogge abbondanti e improvvise anche su Toscana (specie centro-meridionale) e Lazio (Roma compresa). Oltre ai temporali è atteso un importante crollo delle temperature.

Le regioni dove si avvertirà maggiormente questa discesa dei termometri saranno quelle settentrionali e gran parte del versante adriatico, dove si potranno registrare fino a 8/10 gradi in meno rispetto ai valori attuali.

 

A Milano calo di 12 gradi delle minime

A Milano, nei prossimi tre giorni, le minime scenderanno fino a 12 gradi senza superare mai i 24 di massima.

Stesse massime per Bologna dove l’escursione termica, però, sarà ancor più decisa: si arriverà infatti a toccare i 10 gradi di minima fino a venerdì. I picchi massimi aRoma si attesteranno intorno ai 28 gradi e si scenderà fino ai 15, mentre a Napolisi riscontreranno le medesime massime, ma con delle minime più benevole, che oscilleranno tra i 17 e i 21 gradi. 

E nelle isole…

Palermo si manterrà in un range di temperature più miti con punte di 29 gradi e minime di 20 nei prossimi giorni, stesso copione anche aCagliari.

L’ultimo giorno di gran caldo

Ultimo giorno di questa coda d’estate settembrina. Da domani, mercoledì 18 settembre, sulle regioni settentrionali arriveranno correnti via via più fredde che partono dalla penisola scandinava e dalla Russia.

Dunque i primi effetti si registreranno sulle Alpi e quindi sulle pianure del Nord per estendersi verso il Centro in parallelo a un peggioramento del tempo con piogge e temporali.

“Preludio a un deciso cambiamento”

“Sarà solo il preludio a un deciso cambiamento”, scrivono gli esperti del sito IlMeteo.it, “che favorirà un vero e proprio tracollo dei valori termici i quali, entro venerdì 20, assumeranno ovunque connotati decisamente più consoni al periodo, sicuramente più autunnali che estivi”.

Oltre alle regioni settentrionali, la discesa dei termometri si sentirà con intensità anche sul versante adriatico, dove si potranno registrare fino a 8/10°C in meno rispetto ai valori attuali.

Il Sud risparmiato per ora

Infine, “al Sud e sulle regioni tirreniche continueremo ad avere ancora valori di qualche grado sopra la media, tuttavia il gran caldo abbandonerà gradualmente anche questi settori del nostro Paese”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto