Il marito della mamma segata in due: “La tragedia non resterà impunita”

È stata sporta formale denuncia e Jose Gaspar (nella foto sotto), il marito di Rocho Cortes Nunez, 25 anni, vuole la verità sulla morte della moglie, tranciata dall’ascensore all’ospedale Vergine Valme di Siviglia, dove aveva appena partorito. “Questa vicenda non può finire così”, ha detto l’uomo, “oggi è toccato a lei, ma domani potrebbe capitare a un’altra persona. Questa tragedia non può restare impunita”.

Al lavoro la magistratura

Sotto accusa, insomma, l’ascensore, controllato lo scorso 12 agosto, ma che nell’ultimo mese aveva manifestato vari malfunzionamenti. La magistratura ha avviato un’inchiesta, che si affianca a quella interna della struttura sanitaria, seguita direttamente dalla direttrice Silvia Calzon.

Anche la neonata ha rischiato

Peraltro emerge un dettaglio agghiacciante: anche la neonata, che sta bene, avrebbe potuto fare la stessa fine della madre. In genere, infatti, dopo il parto i bambini vengono appoggiati sul seno della madre per essere riportati in camera, ma la piccola era stata trasferita in un’altra struttura perché nata con un difetto cardiaco che ha imposto l’immediato ricovero in un’altra struttura.

Siviglia: muore dopo il parto segata in due dall’ascensore dell’ospedale, le notizie del 21 agosto 2017

Tragedia incredibile a Siviglia. Rocho Cortes Nunez, di 25 anni, è morta tagliata in due dal movimento di un ascensore dopo aver da poco partorito il figlio.

È successo nell’ospedale Valme di Siviglia, dove la venticinquenne doveva essere trasferita in un altro piano dell’edificio dopo il parto cesareo.

Rocho (nella foto qui sopra e in apertura) era coricata su una barella, ma l’ascensore è partito prima che fosse completamente entrata all’interno. Probabilmente si è trattato di un guasto elettronico o meccanico delle porte automatiche. L’ospedale sta indagando su quanto avvenuto: l’ascensore avrebbe superato i controlli sul suo funzionamento soltanto lo scorso 12 agosto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto