Alba Parietti: Don Gallo mi ha illuminato, in 200.000 per la mia clip da Santoro (video)

Dopo la lettera aperta, indirizzata al Corriere della Sera, insieme a Sabrina Ferilli, contro il critico televisivo del quotidiano, Aldo Grasso, che le aveva malamente apostrofate, Alba Parietti torna in primo piano, anticipando a Dagospia che il suo intervento su don Gallo, a Rosso di Sera con Santoro, ha ricevuto oltre 200.000 visualizzazione. Qui potete vedere l’esibizione di Alba, se vi è sfuggita finora.

La lettera al Corriere assieme alla Ferilli

Inusuale lettera di due star, rispettivamente del cinema e della tv, improvvisamente alleate, Sabrina Ferilli e Alba Parietti, a Luciano Fontana direttore del Corriere della Sera dopo il commento del critico televisivo più famoso d’Italia alla loro ultima apparizione a Rosso di sera, la trasmissione di fine stagione di Michele Santoto (con la Ferilli nella foto in basso).

La lettera aperta a Luciano Fontana

Questo il testo della loro lettera aperta.

“Gentile Direttore del Corriere della sera,

leggendo il pezzo di oggi del vostro critico televisivo Aldo Grasso dedicato all’ultima puntata di Servizio Pubblico di Michele Santoro ci è sorto un dubbio enorme che Lei ci potrà sicuramente chiarire. Senza entrare nel merito del pezzo Aldo Grasso nel chiudere l’articolo scrive, riferendosi alla nostra partecipazione alla serata: “Oh, ma queste tricoteuses del rosso di sera avessero mai sposato un contadino, un operaio, un cassintegrato!”.


 aaaaferilli

“Direttore, ci aiuti…”

Direttore ci aiuti! Aldo Grasso pensa veramente che per difendere qualsiasi diritto saremmo obbligate a sposare la persona alla quale questo diritto è stato violato? Per esempio: per difendere i diritti degli operai dovremmo sposare un operaio? Ok, va bene. Oppure: per difendere il diritto degli immigrati dovremmo sposarne uno? Va bene anche questo.

Ancora: se difendiamo i diritti delle coppie gay dovremmo – e qui la faccenda si complica – sposare un gay?

Sposare Aldo Grasso?

Ma, soprattutto, per difendere la libertà di critica cosa ci tocca fare? Sposare Aldo Grasso? Davanti a questo dubbio, ce lo consentirà, gettiamo la spugna!”

La lettera della Ferilli e dlela Parietti si conclude con un classico “Con il segno della nostra stima”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto