A dieta con vino rosso e frutti di bosco: addio a peso in eccesso e colesterolo

Combattere il colesterolo cattivo e ridurre il giro vita con un bicchiere di vino rosso o con i frutti di bosco. Il suggerimento scaturisce da una recente ricerca della Washington State University pubblicata sull’International Journal of Obesity. Ricerca che si è concentrata sul resveratrolo, un antiossidante che si trova sulla buccia dell’acino d’uva e di altri frutti e che ha una serie di proprietà benefiche per l’organismo. È infatti un antinfiammatorio, favorisce la fluidificazione del sangue, contiene il rischio trombosi e combatte patologie innescate da batteri o funghi. Ritenuto anche un anti-tumorale, il resveratrolo ha un ulteriore vantaggio: contribuisce infatti a ridurre il colesterolo Ldl che può portare a malattie cardiache e cardiovascolari.

Bruciato fino al 40% del grasso corporeo

Come riesce a compiere quest’ultima azione? Interviene sul grasso bianco, quello a cui l’organismo attinge quando ha bisogno di calorie assunte in eccesso, e lo trasforma in bruno la cui funzione consiste nel bruciare il grasso bianco e trasformarlo in calore. L’evidenza scientifica emersa nei laboratori della Washington State University scaturisce a valle della somministrazione dell’equivalente di 330 grammi di frutti alle cavie. Le analisi successive hanno dimostrato che era stato perso il 40% del peso corporeo, più di quanto avviene con una dieta esclusivamente vegetariana. Per il ricercatore a capo della ricerca, Min Du, intervistato dall’Independent, “i polifenoli nella frutta, tra cui il resveratrolo, aumentano l’espressione del gene che incrementa l’ossidazione dei grassi alimentari, in questo modo il corpo non verrà sovraccaricato dai lipidi. L’organismo rimane in equilibrio ed è in grado di prevenire l’obesità e la disfunzione metabolica”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto